Cosa c'è di nuovo?
HWReload

Registrati e partecipa alle attività del forum

  • Cari amici, il 10 marzo 2021 un incendio ha distrutto il datacenter OVH che ospitava i nostri server facendoci perdere tutto il lavoro fatto in questi anni.
    Speriamo di poter ripristinare quanto prima i contenuti. Se avevate un account è andato perso quindi vi chiediamo di registrarvi nuovamente.
    Vogliate scusarci per il disagio e grazie per la comprensione.

GUIDA Come installare Debian 10 (Buster) con Xfce4

Schrödinger

Administrator
Staff
Iscritto dal:
23 Dicembre 2017
Messaggi
142
debian-10-4-buster-officially-announced-529932-2.jpg


Come installare Debian 10 (Buster) con Xfce4

Molti si domanderanno perché proprio Debian con tante distro accattivanti e "moderne" a disposizione ?

1 - E' stabile ed affidabile
2 - Supporta molte architetture (anche arm su raspberry)
3 - Si aggiorna solo quando serve senza pericoli di break al sistema (vero Manjaro?). Non è una distro per chi soffre di aggiornamento ossessivo-compulsivo.
4 - Ha un'enorme comunità.



Requisiti

1 - una pendrive da 4GB
2 - minimo 10 GB di spazio sul disco, l'installazione completa con LibreOffice, Firefox e altri accessori occuperà 7 GB. Per la root vi consiglio almeno 20 GB di spazio ma dipenderà molto dall'uso che volete fare del pc.
3 - Connessione Internet per il download della iso


Questa installazione dimostrativa verrà effettuata su una macchina virtuale.

Fase 1 : Download e preparazione della pendrive
Iniziamo il download della iso dal sito ufficiale Debian. Per l'utilizzo generico su desktop scegliamo l'architettura amd64 con desktop environment incluso, la distro è in versione live quindi potete testarla prima di installarla.
La mia preferenza va per Xfce quindi ho scelto l'installer debian-live-10.9.0-amd64-xfce.iso ma sul sito sono a disposizione i vari desktop environment come cinnamon, kde, gnome, mate, etc.

1617552231371.png


Preparate la pendrive con
Rufus (se siete su Windows) o con Balena Etcher (io preferisco questo).


Fase 2: Boot del pc
Appena pronta la pendrive riavviate il pc e vi ritroverete con questa schermata. Avrete notato che il kernel che installerà è il 4.19 di fine 2018. Se non avete particolari esigenze (hardware nuovissimo) potrebbe anche andar bene ma nulla vi vieta di aggiornare in seguito al più attuale 5.10.0 senza perdere stabilità e/o affidabilità e guadagnando compatibilità con hardware più nuovo (Amd Zen 3) e performance (Ext4).

Scegliamo per semplicità l'installazione grafica (ma potreste far partire l'installer anche dalla live) :




1617553618391.png


Fase 3: Selezionare lingua, posizione e tastiera
Iniziamo selezionando la lingua

1617554080164.png

Poi scegliamo la posizione
1617554226016.png

e la tastiera

1617554281452.png


Fase 4 - Configurazione della rete
A questo punto l'installer andrà avanti con la configurazione della rete ottenendo l'ip in dhcp, qualora foste senza connessione l'installer proseguirà avanti chiedendovi il nome host ovvero il nome che volete dare al computer.

1617555285642.png

in seguito vi viene chiesto il nome del dominio che potete anche lasciare vuoto.


Fase 5 - Utente e password
Il prossimo passo è la creazione di utente e password ma prima di questo dovete inserire, con la dovuta attenzione, la password di root. Per una password forte assicuratevi di inserire lettere maiuscole, numeri e segni di interpunzione e con una lunghezza di almeno 12 caratteri.

1617555360216.png

Poi create il vostro utente. Prima il nome e cognome (o solo il nome)

1617556204106.png

poi l'utente (in lettere minuscole)

1617556523268.png


1617556566897.png

Fase 6 - Partizionamento del disco
Ecco il momento che richiede più attenzione. Nel nostro caso prenderemo la strada più facile scegliendo il partizionamento guidato e l'installer farà il resto (bene o male) e il mio consiglio è quella di scegliere la partizione home separata. In questo modo se doveste reinstallare o formattare tutto il sistema, i dati personali nella home non verranno toccati. Nel caso di due dischi ovviamente sceglieremo quello più capiente come partizione home ma in quel caso serve utilizzare il partizionamento manuale.



1617559232414.png

Se avete un disco rigido vedrete sda o sdb (per il secondo disco), nel caso di un nvme vedrete nvme0n1 e così via con i successivi (nvme1n1, etc)

1617559249787.png

Qui scegliete la /home separata.

1617559303561.png


1617559431874.png

1617559517601.png

Ha inizio l'installazione

1617559535921.png

Terminata l'installazione chiederà le impostazioni dell'ora


1617560028335.png

Fase 7 - Riavvio
Inserire l'utente scelto durante l'installazione e la password

1617617299406.png


1617617350762.png



Siete forse delusi dall'interfaccia apparentemente povera e poco attraente? Possiamo renderla bellissima in qualche ora ma questa è un'altra storia. La prima cosa che dovete fare adesso è aprire il terminale

1617617434521.png
e scrivere
Bash:
sudo apt update
inserite la password e attendete (è necessaria una connessione a Internet), il sistema vi informa che sono presenti 319 pacchetti da aggiornare (ma nel vostro caso potrebbero essere meno)

1617617514876.png

a questo punto proseguite con
Bash:
sudo apt upgrade

1617617603156.png

Rispondete con S (la maiuscola indica che S è la risposta di default quindi anche solo il tasto RETURN va bene) e attendete lo scaricamento e l'installazione dei pacchetti.

1617617799578.png

Alla fine il sistema è aggiornato e pronto all'uso. Chiudete il terminale con il comando exit.

Bash:
exit
 

Allegati

  • 1617553591939.png
    1617553591939.png
    26.9 KB · Visualizzazioni: 26
Top