THREAD UFFICIALE Usa vs Huawei : chi vincerà ?

Iscritto dal
19 Novembre 2018
Messaggi
1,482
5.00 stelle/a
#21
La vedo grigia per huawei, praticamente non sono più in grado di progettare nuove CPU nè ovviamente di utilizzare processori made in USA, chissà che faranno, monteranno tutti exynos? Sono gli unici rimasti tolti i Qualcomm...o i mediatek ma per carità
Mentre per il presente la vedo grigia anche per noi, le voci sono sempre più consistenti riguardo alla programmazione di un nuovo sistema operativo che in realtà era già in cantiere da qualche anno e che ora è stato semplicemente velocizzato.
Io sono sempre più convinto di cambiare finché sono in tempo ma come ho detto in precedenza non perché questo possa portare a problemi pratici gravi quanto perché dopo aver speso una certa cifra di avere un supporto traballante e aggiornamenti ogni morte di papa con zero sicurezze riguardo ad android Q non mi va giù per niente.

Inviato dal mio LYA-L09 utilizzando Tapatalk
 

Temporale99

Moderatore
STAFF
Iscritto dal
28 Ottobre 2018
Messaggi
948
5.00 stelle/a
#22
La vedo grigia per huawei, praticamente non sono più in grado di progettare nuove CPU nè ovviamente di utilizzare processori made in USA, chissà che faranno, monteranno tutti exynos? Sono gli unici rimasti tolti i Qualcomm...o i mediatek ma per carità
Mentre per il presente la vedo grigia anche per noi, le voci sono sempre più consistenti riguardo alla programmazione di un nuovo sistema operativo che in realtà era già in cantiere da qualche anno e che ora è stato semplicemente velocizzato.
Io sono sempre più convinto di cambiare finché sono in tempo ma come ho detto in precedenza non perché questo possa portare a problemi pratici gravi quanto perché dopo aver speso una certa cifra di avere un supporto traballante e aggiornamenti ogni morte di papa con zero sicurezze riguardo ad android Q non mi va giù per niente.

Inviato dal mio LYA-L09 utilizzando Tapatalk
Tieni conto però che però il tutto potrebbe anche finire presto, e ritornare come prima.
Gli Stati Uniti stanno facendo i grossi per il momento, ma non hanno il coltello completamente dalla parte del manico: una buona parte del loro debito pubblico è in mano ai cinesi stessi, le contromosse degli avversari potrebbero causare danni maggiori nel caso la storia continuasse così.
Vedremo... speriamo che tutto ciò abbia fine.
 
Iscritto dal
14 Aprile 2019
Messaggi
632
#23
e qui la domanda nasce spontanea ... cosa utilizzare per non dare accesso a questi dati a google?
il telefono fisso,penso null'altro :asd
Post unito automaticamente

Huawei non è solo cellulari, come Kawasaki:inchin non è solo moto. Questa è una battaglia contro un colosso che in poco tempo sta diventando leader indiscusso di automazione,telefonia,intelligenza artificiale, ha una cittadella intera dove sviluppano le pegge cose, addirittura hanno delle sedi con l'aspetto di grandi luoghi mondiali dove riuniscono allievi in un vero e proprio campus. In questo scenario, può google inc., banda di ladri e spie che pensavano di essere gli unici al mondo non sentirsi un negro superdotato insidiarsi nel suo virtuoso posteriore?:roftl. Spero che huawei faccia un so proprietario,sarò il loro primo cliente
 
Ultima modifica:

Freeman_Forever

Giullare di Corte
Iscritto dal
20 Novembre 2018
Messaggi
780
#24
http://www.ansa.it/sito/notizie/eco...ure_d538fc8b-cd15-4a30-843f-f093d90ac0f4.html

Huawei, anche Panasonic ferma forniture
L'azienda giapponese si adegua al bando Usa

3faaa0281d769b796b159a46945f486e.jpg

(ANSA) - ROMA, 23 MAG - La giapponese Panasonic ha annunciato oggi di aver sospeso le spedizioni di alcuni componenti alla Huawei, per rispettare le restrizioni statunitensi sull'azienda cinese. "Panasonic ha comunicato ai suoi dipendenti di interrompere le transazioni con Huawei e le sue 68 filiali coperte dal bando degli Stati Uniti", spiega la società in una nota.

L'azienda con sede a Osaka non ha grandi siti di produzione di componenti negli Usa, ma ha affermato che il bando si applica alle merci che hanno almeno il 25% di tecnologie o materiali originati negli Stati Uniti. Panasonic, che produce un'ampia gamma di dispositivi per smartphone, automobili e apparecchiature per l'automazione industriale, ha rifiutato di commentare quali specifici componenti sono soggetti al divieto e dove vengono prodotti.

Il dipartimento del Commercio degli Usa ha bloccato Huawei dall'acquisto di merci statunitensi la scorsa settimana, dicendo che l'azienda era coinvolta in attività contrarie alla sicurezza nazionale.


RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
 

luigidavino

Moderatore
STAFF
Iscritto dal
28 Ottobre 2018
Messaggi
2,595
#25
Ho letto alcune cose in queste pagine che, purtroppo per gli utenti, non sono altro che luoghi comuni.
Innanzitutto è bene fare una precisazione doverosa: la privacy totale per l'utente non esiste e non può essere garantita in alcun modo.
Se si naviga in rete, occorre essere consapevoli che NON esiste alcun metodo per essere totalmente anonimi nel web.
Tor? Non garantisce l'anonimato. Chi sbandiera una sicurezza assoluta utilizzando questa rete sbaglia. E di grosso. Le intercettazioni sono possibili. Complicate, ma possibili;
VPN? I dati transitano comunque su server di provider che, in qualunque momento, possono essere attaccati;
E-mail? Tralasciando servizi come Proton, al momento l'unico fornitore in grado di garantire un minimo di privacy è Apple con iCloud.
Office come SaaS (Software as a Service)? Più sicuro utilizzare un NAS con suite dedicata (tipo Drive di Synology). Ovviamente, occorre avere un'infrastruttura domestica/SOHO adeguata e non è certo alla portata di tutti;
Browser? Anche qui è difficile esprimere un giudizio radicale: Chrome è risaputo che, oltre ad essere un divorarisorse, è anche il browser più impiccione che esista. Se piace il motore, si potrebbe usare Chromium o sue derivazioni sempre open-source (come Brave; ottimo browser dalla davvero notevole velocità). Altrimenti, Opera (io uso la versione Developer). Firefox? De gustibus;
Motori di ricerca: Duck a parte, Wolfram Alpha è davvero valido (ma adatto soprattuto per finalità scientifiche; per le ricerche di tutti i giorni potrebbe creare qualche noia perché inserisce risultati complessi che gli utonti potrebbero non gradire);
Servizi correlati all'OS in uso: è risaputo che il sistema che fornisce un controllo più completo sulla privacy sia iOS. Su Android, chi non vuole essere "spiato" da BigG occorre che attui contromisure piuttosto radicali, andando ad installare un firmware alternativo "liscio" (senza alcun applicativo Google) o con versioni ridotte all'osso (pico e nano GApps).

Tornando allo scontro Huawei-USA, credo che la bolla si sgonfierà col passare del tempo.
Gli USA sanno che non possono estromettere così facilmente un gigante delle telecomunicazioni con lo schioccare di due dita.
Huawei, dal canto suo, ha già fatto sapere che rilascerà presto il suo OS proprietario (era nell'aria da tempo che il colosso cinese stesse lavorando ad una sua versione del sistema del robottino).
Tuttavia, Italia a parte, quasi la totalità delle Telco mondiali ha bloccato la vendita abbinata di terminali Huawei con i propri contratti telefonici (British Telecom e NTT Docomo su tutti). La motivazione ufficiale è l'assenza, al momento, di garanzie circa il supporto dei terminali (ma sappiamo bene che su Android il discorso updates è sempre molto spinoso).

Se ci saranno ulteriori sviluppi, non mancheremo di aggiornarvi.
Stay tuned. ;)
 
Iscritto dal
19 Novembre 2018
Messaggi
1,482
5.00 stelle/a
#26
Tornando allo scontro Huawei-USA, credo che la bolla si sgonfierà col passare del tempo.
Gli USA sanno che non possono estromettere così facilmente un gigante delle telecomunicazioni con lo schioccare di due dita.
Huawei, dal canto suo, ha già fatto sapere che rilascerà presto il suo OS proprietario (era nell'aria da tempo che il colosso cinese stesse lavorando ad una sua versione del sistema del robottino).
Tuttavia, Italia a parte, quasi la totalità delle Telco mondiali ha bloccato la vendita abbinata di terminali Huawei con i propri contratti telefonici (British Telecom e NTT Docomo su tutti). La motivazione ufficiale è l'assenza, al momento, di garanzie circa il supporto dei terminali (ma sappiamo bene che su Android il discorso updates è sempre molto spinoso).

Se ci saranno ulteriori sviluppi, non mancheremo di aggiornarvi.
Stay tuned. ;)
Concordo, prima o poi dovrà finire sta cosa altrimenti collassa mezzo mondo, io ogni giorno che mi sveglio leggo di una nuova azienda che ha tagliato i rapporti con huawei. Credo però che per alcune cosa si sia raggiunto il punto di non ritorno, non penso che huawei se in futuro questo bando dovesse finire tornerà strisciando da google a implorare aiuto il più presto possibile. Per quanto riguarda lo sviluppo di un sistema proprio ho letto che è addirittura dal 2012 che ci sta lavorando e che ultimamente ha solo velocizzato lo sviluppo per terminare prima di ritrovarsi a terra
Per quanto riguarda il discorso sicurezza immaginavo fosse così, non ne conoscevo assolutamente tutte le ragioni tecniche però a pelle immaginavo che fosse pressoché impossibile non essere tracciati e non fornire alcuna informazione, anche perché basterebbe un minimo errore per mandare all'aria tutto. Poi tanto il grosso di quello che google & Co. volevano da noi se lo sono già preso anni fa e ormai: mail telefono, dati anagrafici, abitudini di acquisti...

Inviato dal mio LYA-L09 utilizzando Tapatalk
 

Liupen

SSD MAN
STAFF
Iscritto dal
30 Ottobre 2018
Messaggi
1,048
#27
Aggiorno:

Il fornitore cinese di telecomunicazioni Huawei è stato ora escluso dall'appartenenza alla SD Association (SDA). SDA è responsabile della standardizzazione delle schede SD e microSD. Ciò significa che Huawei non sarà più in grado di offrire prodotti con il marchio ufficiale SDA e non avrà più voce in capitolo nella futura standardizzazione.

L'Associazione SD ha confermato a Engadget che Huawei è stata esclusa dal gruppo commerciale per conformarsi agli ordini recenti del Dipartimento del Commercio degli Stati Uniti. La scorsa settimana, l'agenzia governativa degli Stati Uniti Huawei e 70 delle sue controllate sul loro elenco di entità impostato. Di vietare firmato dal presidente disposizione Trump, la vendita e l'uso di apparecchiature per le telecomunicazioni da aziende che "inaccettabile" rappresentano un rischio per la sicurezza nazionale assicura che il fornitore di telecomunicazioni cinese Huawei continua a perdere business partner.

Huawei ha dichiarato all'Autorità Android che i propri clienti possono continuare a comprare e utilizzare schede SD e microSD con i loro prodotti. Tuttavia, non è chiaro in che modo ciò influenzerà i futuri telefoni e dispositivi dell'azienda. Tuttavia, Huawei ha usato "Nano Memory Cards" per un bel po 'di tempo. Quindi, non dovrebbe venire con gli smartphone a questo riguardo.

Inoltre, i cinesi hanno volontariamente lasciato il gruppo di standardizzazione dei semiconduttori JEDEC. Tuttavia, ciò non significa che Huawei non possa più utilizzare lo standard JEDEC perché è uno standard aperto. Tuttavia, l'influenza del produttore di apparecchiature per telecomunicazioni di Shenzhen è passata da questo gruppo di standardizzazione. Pertanto, resta da vedere attualmente come Huawei si comporterà in futuro. Tuttavia, è probabile che gli eventi recenti pongano seri problemi al fornitore di apparecchiature per le telecomunicazioni.

Pubblicata su: Lunedì 27 maggio 2019 alle 10:59 di Stephan Skrobisch

[powered: Google Traslate] :kingsmile
 
Top

Caro utente, ti ringraziamo per essere quì.

Ci siamo accorti che stai utilizzando un AdBlock o qualche estensione che impedisce il caricamento completo della pagina.

Non abbiamo banner fastidiosi, animazioni flash o popup irritanti.

I nostri proventi ci aiutano a coprire i costi di gestione del sito, recuperare eventuale materiale per la redazione e continuare il nostro operato.

Per favore, aggiungi hwreload.it alla whitelist o disabilita direttamente la tua estensione che blocca la pubblicità.

Ti ringraziamo per l'attenzione.