• Benvenuto, registrati e partecipa alle attività del forum

THREAD UFFICIALE Usa vs Huawei : chi vincerà ?

Federico83

NeoPapàMod
STAFF
Iscritto dal
28 Ottobre 2018
Messaggi
683
#1

Google ha recentemente revocato la licenza ad Huawei per l'utilizzo del sistema operativo Android dopo che il Dipartimento del Commercio degli Stati Uniti ha aggiunto Huawei Technologies Co. Ltd nella sua lista aziende che rappresentano una minaccia per la sua sicurezza nazionale. Alla fine ha portato alla sospensione di alcuni accordi tra Google e Huawei, compreso l'uso di applicazioni e servizi proprietari da parte del gigante della ricerca. In risposta a sviluppi drammatici, Huawei ha dichiarato che fornirà aggiornamenti di sicurezza su tutti i dispositivi esistenti - smartphone e tablet Huawei e Honor.

I proprietari di dispositivi Huawei possono continuare a godere di tutti i servizi post-vendita dell'azienda senza problemi. Il produttore cinese ha anche parlato dei suoi sforzi per rendere Android migliore sia per gli utenti che per l'industria.

Huawei has made substantial contributions to the development and growth of Android around the world. As one of Android’s key global partners, we have worked closely with their open-source platform to develop an ecosystem that has benefitted both users and the industry.

Huawei will continue to provide security updates and after-sales services to all existing Huawei and Honor smartphone and tablet products, covering those that have been sold and that are still in stock globally.

We will continue to build a safe and sustainable software ecosystem, in order to provide the best experience for all users globally.”

"Huawei ha dato un contributo sostanziale allo sviluppo e alla crescita di Android in tutto il mondo. Come uno dei principali partner globali di Android, abbiamo lavorato a stretto contatto con la loro piattaforma open-source per sviluppare un ecosistema che ha portato benefici sia agli utenti che all'industria.

Huawei continuerà a fornire aggiornamenti di sicurezza e servizi post-vendita a tutti i prodotti Huawei e Honor esistenti per smartphone e tablet, coprendo quelli che sono stati venduti e che sono ancora disponibili a livello globale.

Continueremo a costruire un ecosistema software sicuro e sostenibile, al fine di fornire la migliore esperienza per tutti gli utenti a livello globale".

Google ha chiarito che i servizi di Play Store sui dispositivi Huawei non ne risentiranno e gli utenti possono continuare ad aggiornare le loro applicazioni.
Tuttavia, le società statunitensi d’ora in avanti dovranno chiedere l'autorizzazione del governo prima di fare affari con Huawei.

E voi cosa ne pensate di questa manovra da parte del governo USA?
Fateci conoscere le vostre opinioni.

Fonte


Cronistoria

Mercoledì 15 maggio
L'amministrazione Trump, con un ordine esecutivo, inserisce Huawei nella lista nera delle Entità del Dipartimento del Commercio degli Stati Uniti.
La decisione, appoggiata dal presidente Trump, è stata presa per impedire che la tecnologia americana venga utilizzata da entità straniere in un modo tale da minare la sicurezza nazionale Usa o gli interessi di politica estera.

Domenica 19 maggio
Google dichiara pubblicamente che seguirà le indicazioni dell'amministrazione: "Per gli utenti dei nostri servizi, Google Play e le protezioni di sicurezza di Google Play Protect continueranno a funzionare sui dispositivi Huawei esistenti. Huawei sarà in grado di utilizzare solo la versione pubblica di Android e non sarà in grado di ottenere l'accesso ad applicazioni e servizi proprietari da Google".

Lunedì 20 maggio
Intel e Qualcomm si uniscono a Google: Nessuna delle due società ha rilasciato una dichiarazione.
Huawei replica: "Huawei ha dato un contributo sostanziale allo sviluppo e alla crescita di Android in tutto il mondo. Continueremo a fornire aggiornamenti di sicurezza e servizi post-vendita a tutti i prodotti Huawei e Honor esistenti per smartphone e tablet, coprendo quelli che sono stati venduti e che sono ancora disponibili a livello globale. Continueremo a costruire un ecosistema software sicuro e sostenibile, al fine di fornire la migliore esperienza per tutti gli utenti a livello globale".
Huawei in una seconda risposta pubblica: "Huawei ha sviluppato un sistema operativo alternativo nel caso in cui fosse necessario", ha dichiarato il portavoce Glenn Schloss alla CNN. "Vorremmo essere in grado di continuare a operare negli ecosistemi di Microsoft e Google".
Il governo cinese rilascia una dichiarazione: "La Cina sostiene le aziende cinesi che difendono i loro diritti".
Huawei: "L'azienda ha la possibilità di andare avanti senza Google".
Gli Stati Uniti firmano una tregua di 90 giorni: Il 20 maggio, il Dipartimento del Commercio rilascia una licenza temporanea che permetterà a Huawei di mantenere i suoi prodotti attuali (per i clienti esistenti). La licenza scade il 19 agosto.

Martedì 21 maggio
Il fondatore di Huawei : "Le sanzioni americane non danneggiano il nostro core business".
Huawei: "Google non ha alcuna motivo per bloccarci. Stiamo lavorando a stretto contatto con Google per scoprire come Huawei può gestire la situazione e l'impatto della decisione del Dipartimento del Commercio".
Emergono ulteriori dettagli su un eventuale sistema operativo Huawei che potrebbe sostituire Android sui suoi telefoni, compatibile con le applicazione di Google.
 
Ultima modifica:

iSamurai

Utente attivo
Iscritto dal
15 Novembre 2018
Messaggi
138
#2


Più seriamente il discorso smartphone è quello che si sta facendo sentire di più ma secondo me è meno importante rispetto al fatto che di fatto Huawei è stata bannata da qualsiasi infrastruttura di rete americana.
 

fedeprenc

Utente attivo
Iscritto dal
19 Novembre 2018
Messaggi
578
#4
Io dico che sono stato parecchio fortunello...fino a nemmeno un mese fa avevo samsung, così come i 6 anni precedenti. Quando il note 8 ha dato problemi ho preso un mate 20 pro e oggi mi sveglio con queste belle notizie.
Non so se è un caso ma stamattina il play store non funzionava, magari era in "aggiornamento" o cosa, fatto sta che ora iniziano a girarmi un po' le scatole, già huawei non è mai stata un fulmine con gli aggiornamenti e le patch ora figuriamoci. Senza contare che molto probabilmente rimarrò bloccato ad android pie con un telefono uscito da relativamente poco. Mi viene la tentazione di mandarlo indietro facendo il reso e di prendere un op7 pro che mi ha colpito parecchio (non il prezzo ma vabbè), non è un comportamento onorevole ma a mali estremi estremi rimedi, o meglio, a giramenti di b...e estremi estremi rimedi.
Peccato perché sto telefono è una bomba davvero

Inviato dal mio LYA-L09 utilizzando Tapatalk
 
Iscritto dal
14 Aprile 2019
Messaggi
104
#5
Io da mesi ho rilevato che google e la triade di Zuckenberg fanno un pò cosa vogliono, ho disattivato le notifiche a molte app tra cui le citate whatsapp, facebook e google varie, ma è come se avessi fatto il contrario, cioè attivarle tutte. Il Google play store è buggato tra le altre cose, non riesce a rilevare le mie app. E sti str#### se la prendono con huawei, gomploddo???
 

RiSS

Utente attivo
Iscritto dal
29 Novembre 2018
Messaggi
141
#6
[...] Mi viene la tentazione di mandarlo indietro facendo il reso [...] a mali estremi estremi rimedi [...] Peccato perché sto telefono è una bomba davvero
[...]
mah secondo me puoi risolvere il problema facendo un bel root del telefono, così ci installi il play store ed è come se non cambiasse nulla, secondo me tutti i possessori di huawei qualche modo lo trovano suvvia
 

Federico83

NeoPapàMod
STAFF
Iscritto dal
28 Ottobre 2018
Messaggi
683
#7
__________________________________UPDATE____________________________
A quanto pare gli U.S.A. toglieranno il ban di Huawei temporaneamente .

a seguito della diffusione della notizia poco sopra riportata e dopo una giornata fatta di speculazioni sul futuro dell'azienda, il Dipartimento del Commercio ha dato a Huawei una licenza temporanea per il mantenimento dei suoi attuali prodotti.
La licenza limitata di Huawei è in vigore però solo fino al 19 agosto 2019. Il permesso permette all'azienda di lavorare con le società americane per supportare i clienti attuali. La società con sede a Shenzhen sarà in grado di mantenere relazioni commerciali con Google, Intel, Qualcomm, Qualcomm, e altri per rilasciare aggiornamenti software per l'hardware esistente.
Questa licenza generale di 90 giorni è una buona notizia anche per alcune reti più piccole a livello regionale che si affidano all'infrastruttura di Huawei. Due regioni già interessate dal divieto dell'azienda erano le zone rurali del Wyoming e dell'Oregon.
La licenza temporanea non significa che sia tutto ok tra Huawei e il governo degli Stati Uniti. La licenza temporanea permette all'azienda cinese di mantenere solo i dispositivi che sono già sul mercato. Questo significa che, mentre Huawei può ancora rilasciare correzioni di sicurezza per la sua elettronica, l'azienda non sarà in grado di rilasciare nuovo hardware che si basa sulla tecnologia venduta o concessa in licenza da aziende statunitensi come Android.

Se il rapporto tra Huawei e gli Stati Uniti non cambia, le restrizioni dell'Entity List torneranno ad avere pieno effetto. L'azienda può utilizzare questi tre mesi per completare la costruzione dei propri sistemi operativi personalizzati e distribuire il nuovo firmware sui dispositivi attuali. Speriamo che quest'ultimo caso non sia necessario.
 

fedeprenc

Utente attivo
Iscritto dal
19 Novembre 2018
Messaggi
578
#8
mah secondo me puoi risolvere il problema facendo un bel root del telefono, così ci installi il play store ed è come se non cambiasse nulla, secondo me tutti i possessori di huawei qualche modo lo trovano suvvia
Ma certo che un modo lo trovo, non è un problema insormontabile, è che su un telefono pagato oltre 600€ (pagato poco perché era in sconto) che appena uscito sette mesi fa ne costava 1100 io esigo un supporto decente e se non posso averlo mi girano le scatole. Un conto prendessi un telefono da 150€ tipo uno dei tanti xiaomi non ufficiali in Italia senza play store ecc allora ok, lo farei senza problemi.
Io l'S4 lo usai per quasi 5 anni di cui oltre la metà con custom rom, prima cyanogen, poi resurrection remix (rom assurda) e ora lineage OS con android 8.1. È farlo su un telefono praticamente nuovo (20gg circa) che mi da fastidio, capisci? Spero di essere stato chiaro :)


Io da mesi ho rilevato che google e la triade di Zuckenberg fanno un pò cosa vogliono, ho disattivato le notifiche a molte app tra cui le citate whatsapp, facebook e google varie, ma è come se avessi fatto il contrario, cioè attivarle tutte. Il Google play store è buggato tra le altre cose, non riesce a rilevare le mie app. E sti str#### se la prendono con huawei, gomploddo???
Eh anche questo è vero, crash continui, non puoi più inviare messaggi, sei praticamente fuori dal mondo, se devi comunicare con qualcuno che non puoi disturbare chiamando non sai come fare, poi ultimamente sempre più piani non hanno SMS ma vabbè, qui rischiamo di andare OT.
Manco a me play store trova le app e se vado nella pagina di aggiornamento non posso fare nulla.
Il vero problema è che buona parte delle aziende che producono telefoni sono cinesi, tolte samsung ed apple tutto da li viene, ok Trump vuole favorire apple perché è USA ma così è eccessivo, anche perché sono telefoni da 900€ a salire eh...che poi io li trovi inutili per il 99% della gente che li ha e un'inutile moda è un parere personale. L'unica al sicuro è samsung perché è coreana e li non credo che andrà a smuovere le acque più del dovuto, poi samsung produce anche chip per apple e affini quindi è meglio tenersela buona, senza contare la miriade di altri prodotti che fa a differenza di altre aziende prettamente sul mercato mobile/laptop.


@Federico83 ho appena letto anch'io, mi è arrivata la notifica da google (strane coincidenze ahahah). È un bene ma non ancora una sicurezza...
Va bene per telefoni tipo il mate x che hanno ancora bisogno di sviluppo sw

Inviato dal mio LYA-L09 utilizzando Tapatalk
 

fedeprenc

Utente attivo
Iscritto dal
19 Novembre 2018
Messaggi
578
#10
Mi è appena venuta in mente una cosa: magari è ininfluente ma Huawei oltre ad essere seconda per numero di telefoni venduti dietro a samsung e davanti a apple è l'unica delle tre a non montare in nessun caso processori/SoC made in USA. Apple con i vari A12/A13 è pienamente USA friendly (anche se TSMC è di Taiwan), samsung lo è in parte perché in america non vende telefoni con i suoi exynos ma con gli snapdragon mentre huawei monta sempre kirin.
E comunque voglio vedere se Google sarà pienamente d'accordo a interrompere lq collaborazione con huawei in quanto credo che sia piuttosto vantaggiosa economicamente, Android è open source ma tra collaborazioni particolari e licenze direi che fa i suoi bei soldini Google

Inviato dal mio LYA-L09 utilizzando Tapatalk
 

iSamurai

Utente attivo
Iscritto dal
15 Novembre 2018
Messaggi
138
#11
Io l'S4 lo usai per quasi 5 anni di cui oltre la metà con custom rom, prima cyanogen, poi resurrection remix (rom assurda) e ora lineage OS con android 8.1. È farlo su un telefono praticamente nuovo (20gg circa) che mi da fastidio, capisci? Spero di essere stato chiaro :)
Buona fortuna a mettere un firmware diverso sui dispositivi Huawei/Honor dato che hanno ben pensato di rimuovere la possibilità di sbloccare il bootloader l'anno scorso (e per gli smartphone sbloccabili non è mai cambiato molto, P9/Honor 8 per dire fino al rilascio ufficiale di Oreo con GSI non c'è stato nulla di stabile/funzionante e anche con GSI la situazione non è particolarmente migliore).

Trump vuole favorire apple perché è USA ma così è eccessivo, anche perché sono telefoni da 900€ a salire eh...che poi io li trovi inutili per il 99% della gente che li ha e un'inutile moda è un parere personale. L'unica al sicuro è samsung perché è coreana e li non credo che andrà a smuovere le acque più del dovuto, poi samsung produce anche chip per apple e affini quindi è meglio tenersela buona, senza contare la miriade di altri prodotti che fa a differenza di altre aziende prettamente sul mercato mobile/laptop.
La cosa che la gente non sta capendo è che questa revoca di licenze da parte di Google è un danno secondario per Huawei, il blocco è partito per discorsi di frode finanziaria ufficialmente però il grosso sospetto è che sia puntato a colpire prettamente gli apparati di rete di Huawei (per esempio qui in Italia le antenne del 5G e molta componentistica di openfiber sono prodotte da Huawei, stessa cosa grossomodo anche nel resto d'Europa, secondo te agli USA non interessa il poterli rimpiazzare in punti così strategici?) dato che l'anno scorso è successa la stessa cosa con ZTE, la questione degli smartphone sono bruscolini francamente al confronto.

Per quanto riguarda l'idea che sto sentendo "e perché la Cina non banna roba americana?" perché appunto andresti a creare danni inutili di fatto, se l'obiettivo sono solo gli smartphone beh in Cina Google è inesistente quindi bannare i servizi Google è totalmente inutile, cosa vai a bannare perciò, produzione per Apple (che produce capitale e consumi in uno stato che senza l'esportazione imploderebbe) che di fatto oltre all'essere americana non ha nessuna colpa in questa faccenda? Se dovessi invece andare a bannare l'importazione delle infrastrutture di rete americana in Cina, beh sorpresa ma il governo cinese ha già il controllo del 101% della rete, di sicuro sono andati a usare componentistica non prodotta in Cina su cui non hanno il controllo assoluto, sarebbe come bannare l'importazione di ghiaccio in Siberia.

E comunque voglio vedere se Google sarà pienamente d'accordo a interrompere lq collaborazione con huawei in quanto credo che sia piuttosto vantaggiosa economicamente, Android è open source ma tra collaborazioni particolari e licenze direi che fa i suoi bei soldini Google
Attenzione, Android è FOSS nella versione AOSP ma la versione che usano praticamente tutti all'infuori della Cina è la versione con servizi di Google che ha una licenza diversa dato che include parti di software propietario, Huawei è liberissima di usare la versione FOSS (come fa già in Cina) il problema poi è rendere appetibili i prodotti per il mercato americano/europeo dato che ormai i servizi Google su Android sono lo standard de facto (ci sono alcuni tentativi di non usarli ma non li trovi su dispositivi in commercio); per quanto riguarda il guadagno di Google, ci perdono una parte dei loro ricavi sicuramente dato che hanno accesso a molti meno dati senza i loro servizi installati su uno smartphone ma penso che comunque una buona parte dei loro guadagni li mantengono lo stesso e che comunque il governo americano li abbia rimborsati in qualche modo.
 

fedeprenc

Utente attivo
Iscritto dal
19 Novembre 2018
Messaggi
578
#12
Buona fortuna a mettere un firmware diverso sui dispositivi Huawei/Honor dato che hanno ben pensato di rimuovere la possibilità di sbloccare il bootloader l'anno scorso (e per gli smartphone sbloccabili non è mai cambiato molto, P9/Honor 8 per dire fino al rilascio ufficiale di Oreo con GSI non c'è stato nulla di stabile/funzionante e anche con GSI la situazione non è particolarmente migliore).

Attenzione, Android è FOSS nella versione AOSP ma la versione che usano praticamente tutti all'infuori della Cina è la versione con servizi di Google che ha una licenza diversa dato che include parti di software propietario, Huawei è liberissima di usare la versione FOSS (come fa già in Cina) il problema poi è rendere appetibili i prodotti per il mercato americano/europeo dato che ormai i servizi Google su Android sono lo standard de facto (ci sono alcuni tentativi di non usarli ma non li trovi su dispositivi in commercio); per quanto riguarda il guadagno di Google, ci perdono una parte dei loro ricavi sicuramente dato che hanno accesso a molti meno dati senza i loro servizi installati su uno smartphone ma penso che comunque una buona parte dei loro guadagni li mantengono lo stesso e che comunque il governo americano li abbia rimborsati in qualche modo.
Ah è vero, avevo sentito del bootloader bloccato ma non ci avevo dato peso pensando "tanto quando mai avrò un huawei"...e invece.
Sisi l'ultima parte la sapevo, mi riferivo proprio a questo, dovrebbero usare servizi e app non di google e non so quanto possa piacere ad un eventuale cliente medio che non è informato. Che google non ci perdesse così tanto non sapevo, non so quanto sono realmente le quote in questi casi.

Inviato dal mio LYA-L09 utilizzando Tapatalk
 

iSamurai

Utente attivo
Iscritto dal
15 Novembre 2018
Messaggi
138
#13
Google già solo perché usi il loro motore di ricerca e gmail ci guadagna abbastanza dati per fare una profilazione dell'utente niente male, più servizi loro usi e più preciso è il loro profilo ovviamente (e di conseguenza riescono a fare più soldi con le pubblicità/analisi utenti/etc), la cosa davvero importante degli smartphone per loro è che lo usi molto spesso (hai un dubbio? Cerca la risposta su Google, se hai sempre dietro un telefono connesso ad internet è più probabile che lo fai) se aggiungi più dati poi ovviamente meglio.
 

Federico83

NeoPapàMod
STAFF
Iscritto dal
28 Ottobre 2018
Messaggi
683
#14
Google già solo perché usi il loro motore di ricerca e gmail ci guadagna abbastanza dati per fare una profilazione dell'utente niente male, più servizi loro usi e più preciso è il loro profilo ovviamente (e di conseguenza riescono a fare più soldi con le pubblicità/analisi utenti/etc), la cosa davvero importante degli smartphone per loro è che lo usi molto spesso (hai un dubbio? Cerca la risposta su Google, se hai sempre dietro un telefono connesso ad internet è più probabile che lo fai) se aggiungi più dati poi ovviamente meglio.
e qui la domanda nasce spontanea ... cosa utilizzare per non dare accesso a questi dati a google?
 

Temporale99

Utente attivo
Iscritto dal
28 Ottobre 2018
Messaggi
569
5.00 stelle/a
#16
Io da mesi ho rilevato che google e la triade di Zuckenberg fanno un pò cosa vogliono, ho disattivato le notifiche a molte app tra cui le citate whatsapp, facebook e google varie, ma è come se avessi fatto il contrario, cioè attivarle tutte. Il Google play store è buggato tra le altre cose, non riesce a rilevare le mie app. E sti str#### se la prendono con huawei, gomploddo???
Premetto che è il mio punto di vista.
Questa mossa centra poco con la tecnologia in sè, e gli USA hanno colpito tramite Google (Zuckerberg e le sue piattaforme non centrano, almeno non per il momento).
Questa è una mossa puramente economica, una guerra iniziata già con i dazi (grazie alla quale l'economia globale è rallentata), una sfida tra i due "nuovi colossi" (prima era Russia vs America, ora Cina vs America).
Dei bug del play store o meno non gliene frega a loro, se "la prendono" semplicemente per fare uno "scacco matto" e mostrare la propria potenza (lungi da me giudicare l'operato di Trump in questa sede).
 

iSamurai

Utente attivo
Iscritto dal
15 Novembre 2018
Messaggi
138
#18
e qui la domanda nasce spontanea ... cosa utilizzare per non dare accesso a questi dati a google?
Dipende da dove/cosa ti interessa staccare:

- Per la ricerca puoi provare ad usare duckduckgo (francamente io mi trovo molto meglio quando devo fare ricerche di materiale tecnico perché 9 volte su 10 mi carica in una pill quello che mi serve) o startpage
- Browser ovviamente firefox, alcuni consigliano brave ma comunque ricordo che sotto è sempre chromium quindi di fatto stai usando un prodotto made in Google
- Mappe/navigatore here (le mappe di Audi e BMW) sono molto valide e puoi accederci sia da browser sia da app (addirittura ho visto che per alcune cose come il tragitto in bici funzionano meglio di maps, ma forse dipende dalla zona), ovviamente c'è anche openstreetmap che come progetto lo adoro ma come qualità delle mappe e di app... Nada.
- Gmail forse è la più difficile da rimpiazzare, protonmail in versione free ha solo 500 MB di spazio, bisognerebbe passare al piano pro che sono 48 € all'anno per 5 GB di spazio (la cosa carina rispetto a gmail è il dominio custom).
- Drive anche è difficile, per il discorso solo file sharing si può usare altri servizi (dropbox o mega ad esempio), per la suite google docs completa bisognerebbe hostarsi su una propria macchina nextcloud o owncloud, non so come sia però la parte collaborativa.

Su smartphone purtroppo è davvero difficile perché dovresti avere un firmware senza app google (firmware stock OEM pressoché impossibile, l'unica è partire da lineageOS o OmniROM) e usare solo f-droid, servirebbe davvero un terzo big player nel mondo smartphone per bilanciare un pelo le cose ma attualmente il duopolio Android-iOS è pressoché imbattibile (la speranza è che postmarketOS o pureOS prendano piede ma la vedo difficile).
 

fedeprenc

Utente attivo
Iscritto dal
19 Novembre 2018
Messaggi
578
#19
Google già solo perché usi il loro motore di ricerca e gmail ci guadagna abbastanza dati per fare una profilazione dell'utente niente male, più servizi loro usi e più preciso è il loro profilo ovviamente (e di conseguenza riescono a fare più soldi con le pubblicità/analisi utenti/etc), la cosa davvero importante degli smartphone per loro è che lo usi molto spesso (hai un dubbio? Cerca la risposta su Google, se hai sempre dietro un telefono connesso ad internet è più probabile che lo fai) se aggiungi più dati poi ovviamente meglio.
Capito, a questo ci avevo pensato solo marginalmente ma se conti i milioni di utenti e fai due conti i soldi escono eccome. Insomma abbiamo capito che a google se huawei non gli paga più le collaborazioni e le quote per poter usare android con servizi google, app google e pure pubblicizzare i suoi telefoni con android (credo si paghi pure per questo) non fa né caldo né freddo e campa benissimo lo stesso
e qui la domanda nasce spontanea ... cosa utilizzare per non dare accesso a questi dati a google?
Io riguardo a questo non mi sono mai fatto troppi problemi, nel senso che alla fine basta un minimo errore per rendere disponibili i dati quando magari fai mille salti mortali per cercare di evitarlo. Alla fine quello che dovevano prendersi se lo sono preso anni fa..."non ho più nulla da nascondere"

Inviato dal mio LYA-L09 utilizzando Tapatalk
 
Ultima modifica:

Federico83

NeoPapàMod
STAFF
Iscritto dal
28 Ottobre 2018
Messaggi
683
#20
ultime notizie: Arm sospende gli accordi commerciali con Huawei.

La britannica Arm ha intimato allo staff di fermare gli accordi commerciali con Huawei.

Il produttore di chip ha apparentemente intimato ai propri dipendenti di congelare temporaneamente "tutti i contratti attivi, i diritti , e tutti gli impegni in sospeso", con Huawei e le sue filiali in conformità con le recenti sanzioni commerciali sancite degli Stati Uniti.

Allo staff è anche stato detto che non è consentito "impegnarsi in discussioni tecniche, o discutere questioni tecniche con Huawei, HiSilicon o qualsiasi altra entità denominata".

A quanto pare, Arm ritiene di essere interessata dalle restrizioni che il governo degli Stati Uniti ha imposto a Huawei in quanto i suoi progetti contengono "tecnologia di origine statunitense".

Sebbene Huawei sviluppi molti dei propri chip in casa, l'azienda si affida alle licenze di Arm per alcune architetture e progetti. La mossa avrebbe un forte impatto sull'attività di produzione di chip di Huawei, che avrebbe ramificazioni in tutta l'azienda.
 
Top

Caro utente, ti ringraziamo per essere quì.

Ci siamo accorti che stai utilizzando un AdBlock o qualche estensione che impedisce il caricamento completo della pagina.

Non abbiamo banner fastidiosi, animazioni flash o popup irritanti.

I nostri proventi ci aiutano a coprire i costi di gestione del sito, recuperare eventuale materiale per la redazione e continuare il nostro operato.

Per favore, aggiungi hwreload.it alla whitelist o disabilita direttamente la tua estensione che blocca la pubblicità.

Ti ringraziamo per l'attenzione.