• Benvenuto, registrati e partecipa alle attività del forum

RECENSIONE TP-Link Neffos X9

R3d3x

Moderatore
STAFF
Iscritto dal
28 Ottobre 2018
Messaggi
457
#1
Introduzione



Lo smartphone di punta tra i modelli presentati a settembre:il Neffos X9. Prodotto dall'azienda cinese TP-Link, l'ormai famoso marchio produttore di router e apparati per reti wireless, che dal 2016 ha lanciato sul mercato smartphone targati Neffos. Il modello viene commercializzato ad un prezzo consigliato di 179,99€, puntando quindi alla fascia medio bassa del mercato.



Unboxing


All'Unbox troviamo nella confezione una dotazione abbastanza ricca:
  • Neffos X9, in colorazione Space Black con pellicola protettiva fronte retro con specifiche.
  • Caricatore USB 5V/2A, colore bianco.
  • Cavo USB A to Micro USB da 1 mt, colore bianco.
  • Earphone con mini jack audio da 3,5mm, colore bianco.
  • Cover in TPU, trasparente.
  • Pellicola protettiva da applicare.
  • Manuale Quick Start Guide, Warranty Notice e Safety Notice.
  • Ejector Pin per SIM Card.
Come detto ampia dotazione; con cover in TPU e pellicola, ma avrei preferito la pre-applicazione sul vetro al posto delle pellicola con le specifiche già presenti sul retro dello scatolo. Possiamo già capire che la ricarica non sarà rapida per la presenza della Micro USB e non possiamo che apprezzare la presenza delle cuffiette pressoché simili a quelle dell'azienda di Cupertino.


Hardware

Materiali e Dimensioni


Materiali che non danno una reale sensazione di avere uno smartphone premium ma per l'appunto un medio/basso gamma lasciando sul dietro e sul davanti parecchie ombre; di certo non mi sarei aspettato di più dato il prezzo. Sul Back, in policarbonato, notiamo il design moderno e accattivante del device con profili metallici che fanno da contorno allo stesso.

Ritroviamo al centro la doppia fotocamera - buona scelta a livello estetico rispetto a quella orizzontale o verticale ma posta lateralmente - e il sensore di impronte digitali posto sul back. Personalmente questa scelta non mi entusiasma per quanto riguarda il lettore di impronte, sebbene sia un gusto personale preferisco la scelta di Honor/Huawei che continuano a posizionare su molti dei loro dispositivi il sensore sulla barra inferiore del display e sopratutto in questo caso nel quale ci sono cornici notevoli sia sopra che sotto sarebbe stata una scelta più adeguata al device; in sintesi il fingerprint frontale consente lo sblocco del dispositivo con qualsiasi dito e anche con il terminale posto sul tavolo a differenza della posizione in back, risulta quindi essere più funzionale anche se meno apprezzabile esteticamente. Sblocco rapido e preciso.

Come dimensioni abbiamo 159,47mm di altezza x 76,31mm di larghezza x 7,85mm di profondità; non è quindi affatto piccolo ma ha dimensioni abbastanza importanti, pressoché identiche al competitor principale nella stessa fascia di prezzo, lo Xiaomi Redmi Note 5.
Sebbene abbia dimensioni relativamente grandi, il peso è di soli 168g; il che denota un device abbastanza leggero e facilmente trasportabile.


Sul lato sinistro ritroviamo lo sportellino per la SIM Card e la Memoria Espandibile.
Sul lato destro i classici 3 tasti Volume e Blocco/Accensione.



Display


Il Display è un IPS da 5,99" in formato 18:9 (2:1) con una risoluzione di 1440x720p anche detta HD+ con una densità di pixel per inch pari a 269 ppi, la risoluzione relativamente bassa è facilmente denotabile da occhio esperto e non, il body-ratio è del 76,33% con un NTSC dell'84,6% e con un vetro con curvatura 2.5D. La stessa risoluzione condiziona le performance del device rendendolo qualitativamente superiore in ciò che fa, grazie ad un Display che richiede quindi meno prestazioni dal SoC e dalla batteria.

Se da un lato ne giovano performance e durata, dall'altro risulta una soluzione inferiore a quella adottata dai competitor che propongono schermi IPS qualitativamente simili, ma a risoluzioni superiori (FHD+) e con SoC più prestanti come Xiaomi Redmi Note 5 (FHD+ e SD 636), Xiaomi Redmi 5 Plus (FHD+ e SD 625) e Honor 9 Lite (FHD+ e Kirin 659), ad un prezzo simile a quello del Neffos X9.
C'è da dire inoltre che sebbene la risoluzione inferiore favorisca la durata del dispositivo, la grandezza stessa del display al contrario tende a ridurla; display più piccoli consumano meno.


System on Chip (SoC)


Il Neffos X9 non brilla certo per prestazioni ritroviamo infatti un MediaTek MT6750 a 28nm. Il SoC su Antutu v7 produce un punteggio di 52.693 punti, troppo poco per la sua fascia di prezzo.


La CPU possiede 2 cluster, il primo ad alte prestazioni formato da 4 ARM-Cortex A53 da 1.5 GHz e il secondo ad alta efficienza formato da 4 ARM-Cortex A53 da 1.0 GHz. Al GeekBench 4 vediamo che in single core le performance sono appena sufficienti con un 600 punti, mentre sebbene sia un octa core in Multi-Core il punteggio arriva soltanto a 2443 punti.


La GPU è un ARM Mali-T850 dual core a 530 MHz che in genere supporta una risoluzione massima di 1280x720 (HD), e Video Encoding H234 a 30 fps. Sebbene non spicchi per potenza il Neffos X9 riesce a mantenere la sua fluidità sotto carichi medi, questo è dovuto alla risoluzione più bassa rispetto agli altri device della stessa fascia. Durante il gaming a PUBG Mobile sono riuscito ad ottenere una buona fluidità di gioco impostando i settaggi a Low ad HD+, riuscendo a strappare anche una vittoria al primo tentativo su questo game.


Passando invece alle Memorie, ritroviamo 3GB di RAM LPDDR3 Single Channel a 667 MHz. Memorie che sebbene adatte al SoC di riferimento (MediaTek MT6750) risultano inferiori rispetto alle LPDDR4X a 1333MHz dei competitor, o anche rispetto alle LPDDR3 933MHz dello Xiaomi Redmi 5 (Snapdragon 450).
Mentre per la ROM troviamo delle eMMC 5.1 con risultati medi in lettura e deludenti in scrittura: 275.57 MB/s per la lettura sequenziale e 118.23 MB/s per la scrittura sequenziale. La memoria è espandibile tramite MicroSD, MicroSDHC, MicroSDXC.


Per la Connettività, TP-Link ci lascia "l'amaro in bocca", avendo grandi aspettative almeno in questo campo, ma considerando altresì le limitazioni dovute al SoC dovevamo in qualche modo aspettarcelo. L' LTE raggiunge 51.0 MBit/s in Upload ↑ e i 150.8 MBit/s in Download ↓.
In alto vediamo lo Speedtest fatto con SIM Vodafone e il NetMonitor.
Troviamo inoltre Blutooth 4.1, Wi-Fi 802.11 b/g/n Dual-Band, GPS, A-GPS, ed LTE CAT-4. Manca l'NFC.
Il Neffos X9 utilizza una combinazione Hybrid Dual SIM (micro + nano/microSD) quindi con 2 possibilità: Doppia SIM o SIM + Memoria Esterna. Personalmente la ritengo la miglior scelta possibile per risparmiare spazio e dare la possibilità di scelta agli utenti, meglio poter scegliere e rinunciare ad una invece di non poter scegliere affatto.


Infine parliamo della sezione audio, troviamo nella parte superiore del device il mini jack da 3,5mm con bassi enfatizzati, medi e alti deludenti utilizzando le cuffie in dotazione. Nulla di sorprendente in questa fascia.

Nella parte inferiore sebbene abbiamo su entrambi i lati le griglie, soltanto quella di destra presenta l'altoparlante, mentre quella sinistra ha il microfono, immagino che la scelta sia dovuta ad un fattore estetico più che pratico.
Come risultato troviamo un audio che risulta inaspettatamente potente come volume ma qualitativamente basso, mentre il mio interlocutore non ha avuto problemi nell'ascolto durante una telefonata di test.


Dalla dotazione possiamo utilizzare quindi il nostro caricatore da 5V/2A con un cavo USB A to Micro USB che ritroviamo nella parte inferiore del device. La ricarica è abbastanza lenta, impiega circa due ore e mezza per ricaricarsi completamente dallo 0% al 100%.
La batteria è la classica Li-Po 3.060 mAh; speravo in qualcosa di più date le grandi dimensioni del device, ma vedremo come si comporterà nel mio test personale dalle 8 del mattino alle 22 della sera (Test slittato di 1 ora partirà quindi dalle 9), ovviamente cercherò di fare una giornata con uso mix cercando di inserire un po' di tutto. (Social, Gaming, Video, Musica, Maps etc.)

Premessa:
Luminosità Automatica, LTE sempre attivo, mai attivato Wi-Fi, in Background FaceBook, Gmail, Outlook, WhatsApp e Telegram

Ore 9:00 - Sveglia, controllo Mail, controllo Social, controllo Messaggi, attivato Bluetooth e LTE. → 100%
Ore 9:30 - LTE, BT; inizio ad attivare Spotify e Maps con schermo acceso. → 99%
Ore 10:00 - LTE, BT, Spotify; Maps viene chiuso e lo schermo spento. Utilizzo per sole risposte Social e Messaggi.→ 88%
Ore 12:00 - LTE, BT, Spotify; Maps con schermo acceso. → 78%
Ore 12:30 - LTE, BT; Viene spento Spotify e Maps. → 69%
Ore 13:00 - LTE, BT; viene attivato Facebook in visualizzazione video automatico con audio a 0. → 68%
15:00 - LTE, BT; viene chiusa l'app di Facebook. → 37%
15:30 - LTE; viene spento il BT (Bluetooth). → 36%
16:00 - LTE; Chiamata di 20 min. → 36%
16:20 - LTE; Conclusa la Chiamata → 31%
17:00 - LTE; Viene aperto Telegram a schermo acceso su di una chat (Con scroll a momenti random). → 30%
18:00 - LTE; Viene chiuso Telegram. → 20%
22:00 - LTE. Viene usato solo fino ad ora solo per chat momentanee e rapide accessi a FB. → 10%

Risultato :
Nel test di batteria giornaliero uso mix, il risultato alle 22 sono state ben 5 ore di schermo acceso, un risultato discreto considerando un processore di fascia bassa - ma poco efficiente - e uno schermo a bassa risoluzione; la 3.060 mAh è riuscita a malapena a portarmi a sera. C'è però da dire che non ho minimamente aperto un game altrimenti probabilmente non ci sarei arrivato. Considerate le dimensioni fisiche del device sarebbe stata opportuno inserire una batteria da 3.500-4.000 mAh.

In Sintesi:
2 ore di Facebook con video (2 ore Schermo acceso)
1 ora di Telegram (1 ora Schermo acceso)
1 ora di Maps (1 ora Schermo acceso)
40 min di uso Mix (40 min schermo acceso) (Messaggi botta e risposta, Social, etc.)
20 min di chiamata (20 min Schermo acceso)

Inoltre vanno aggiunti in background insieme alle notifiche ed LTE :
5 Ore e 30 min di Bluetooth
3 Ore di Spotify

Fotocamera


Il Neffos X9 possiede una doppia fotocamera posteriore e una frontale ma andiamo ad esaminarle con calma:

  • Sensore principale da 13 MP con apertura f/2.0 con Flash a doppio LED e Autofocus.
    Sensore per profondità di campo da 5MP con apertura f/2.0.
    Risoluzione massima 4160x3120
    Registrazione video a 30 fps 3840x2160

  • Selfiecam da 8MP con apertura f/2.2 con dieci livelli di Beatify, possibilità di inserire flash (con l'illuminazione dello schermo), possibilità di utilizzare l'HDR (se non è inserito il flash) e di scegliere se utilizzare 8 tra i filtri già presenti.
    Risoluzione massima 3264x2448
    Registrazione video a 30 fps a 1280x720
Le foto risultano leggermente sovraesposte alla luminosità massima della lampada (~ 550 Lumens e ~6.500 Kelvin), ma possiamo notare come in condizioni di luce media (~ 110 Lumens e ~3.000 Kelvin) e a luce spenta con poca luce naturale pomeridiana, come il sensore faccia molta fatica a regalare buoni scatti denotando molto rumore sulle foto mentre risultano ottimi scatti per un medio-basso gamma in condizioni di luce ottimale (con una leggera sovraesposiziopne) che risultano convincenti rispetto ad un basso gamma come il Redmi 5 e al Redmi 5 Plus.

Non convince la funzione HDR (High Dynamic Range o Ampia Gamma Dinamica) che non sembra migliorare la qualità dello scatto tramite la combinazione di più scatti a differenti esposizioni (in genere sono almeno 3 una ad esposizione 0, +2 e -2), lo possiamo notare soprattutto nello scatto a bassa luminosità dove è consigliato per l'appunto usare l'HDR per illuminare le zone scure sottoesposte.
Andrebbe valutato meglio il suo uso in tutte e 3 le condizioni ideali per l'HDR ovvero - Condizioni di Poca Luce, - Ritratti con Luce Solare Visibile e - Panorami in Esterna, ma al momento attuale non convince.

Piccola Tip fotografica:
Vi ricordo di non utilizzare l'HDR per - Soggetti in Movimento, - Scene ad Alto Contrasto e - Scene con Colori Molto Vividi.

La seconda fotocamera ha la stessa lunghezza focale (f/2.0) del sensore principale ed è infatti adibita soltanto alla profondità di campo, utilizzata esclusivamente come "secondo occhio" per lo spostamento degli obiettivi, successivamente l'immagine viene elaborata alla CPU identificano l'aria da sfocare e da classificare come sfondo.
Per l'effetto Bokeh ritroviamo qualche difficoltà nello scontornare il soggetto più vicino, soprattutto tra gli spazi delle dita possiamo notare le difficoltà del device, ma che tutto sommato regala degli effetti Bokeh da medio gamma che possono convincere gli utenti meno esigenti.

Gli scatti fatti con la selficam non convincono abbastanza, risultano abbastanza disturbati con luce e non.
Notevole la possibilità di ben 10 livelli di Beatify e la possibilità del flash tramite schermo oltre che l'utilizzo dell'HDR.

In generale c'è una buona dotazione a livello software ritroviamo infatti la possibilità di inserire la modalità Pro. Troviamo poi le funzioni di Slow Motion, Time Lapse, e Streamer (Per scie di stelle, traffico, etc.) inoltre ritroviamo i classici monocromo, cibo e panoramica.


Software


Il Neffos X9 possiede un software di tutto rispetto con la sua NFUI V8.0, con Oreo 8.1.
Software che riesce in qualche modo a sorprendere, rispetto alla maggior parte dei device in fascia bassa.

Ritroviamo nelle funzioni comprese tra Gesti e Assistenza Intelligente:
Doppio tocco per riattivare lo schermo, controlli musicali disegnando frecce "<" o ">", possibilità di mettere in pausa il brano con due dita verso il basso, screen a 3 dita, attivazione della torcia disegnando una O, attivazione fotocamera con V.

Altra funzione è il poter abbassare la tendina delle notifiche semplicemente scorrendo sul sensore di impronte posteriore o il tenerlo premuto a schermo attivo. App Cloner per clonare le vostre app dove volete fare un doppio accesso.
Per ultima cosa possibilità di attivare le gesture di navigazione per andare indietro, per aprire il task o tornare alla home.

Una grande pecca è il riconoscimento facciale, che riesce a riconoscere l'utente 5/10; quando invece ci riesce risulta abbastanza lento.


Indice SAR


Possiamo riscontrare valori particolarmente bassi per il Neffos X9 per quanto riguarda l'indice SAR (Specific Absorbation Rate) ovvero l'assorbimento energetico delle radiazioni emesse dal device che possono essere dannose per la salute dell'utente.

Sebbene non si conosca l'effettiva potenzialità di danno dovuto alle radiazioni emesse dal device e assorbite dall'uomo, risulta importante ai fini della tutela della propria salute scegliere un dispositivo che non produca elevati valori SAR, dato che in alcuni studi hanno evidenziato come su delle cavie con un esposizione continua, abbia provocato la crescita di cellule tumurali. Sono quindi stati posti dei valori limite:
  • In Europa il limite è di 2 W / Kg in un campione di 10 grammi di tessuto.
  • Negli Stati Uniti il valore deve essere inferiore o pari a 1,6 W / Kg.

Dal confronto vediamo come il Neffos X9 abbia valori particolarmente bassi per il SAR USA 0,492 W/Kg (Testa) e 0,644 W/Kg (Corpo), mentre riscontriamo nei valori del SAR EU una buona differenza tra Testa a 0,316 W/Kg e Corpo 1,179 W/Kg.

Valori decisamente più bassi dei rivali, c'è però da dire che indici più alti di SAR, significano in genere una miglior recezione.


Conclusioni

Il Neffos X9 a livello hardware non vale probabilmente il suo prezzo, in quanto ci sono ormai device che ad un prezzo simile risultano superiori in prestazioni, display, autonomia e connettività.
Sebbene però sia stato trascurato abbastanza il lato hardware, c'è da dire che il software risulta aggiornato e con implementazioni recenti, l'indice SAR è relativamente basso, con un comparto grafico che sebbene non faccia faville è superiore a dispositivi di fascia più bassa con il quale si confronta a livello hardware. La vera differenza con tutti gli altri dispositivi la ritroviamo nei termini di garanzia, TP-Link va ad offrire due servizi in più alla normale garanzia legale di 2 anni:

Zero Pensieri
  • Un primo intervento gratuito di riparazione per danno non coperto da Garanzia Legale.
  • Un secondo intervento di riparazione con sostituzione gratuita dei componenti danneggiati e addebito dei soli costi di spedizione e manodopera.

Zero Attese
  • Richiedi la formula Premium Zero Attese a soli 39€.
  • Se possibile, effettua un backup completo dei dati presenti sul tuo Neffos prima di consegnarlo.
  • Consegna il tuo smartphone e ricevi subito in sostituzione un Neffos nuovo, di valore pari o superiore .
Che potete consultare a questa pagina:
Garanzia che potrebbe risultare molto interessante per alcuni tipi di utenti:
A Utenti "particolarmente sbadati";
A Genitori che non vogliono dare ai loro bambini degli smartphone costosi (che probabilmente romperanno per cadute accidentali) oltre che interessati alla salute dei loro bimbi per i bassi indici SAR;
A chi non è interessato alle prestazioni se in minima parte al comparto fotografico ma ha bisogno dello smartphone sempre pronto e disponibile, potendosi affidare a ottimi termini di garanzia.


I prodotti Neffos sono disponibili su Amazon.it
 
Ultima modifica:

fooook92

Nuovo iscritto
Iscritto dal
13 Dicembre 2018
Messaggi
14
#2
Io capisco la sbadatezza, capisco tutto... ma a quel prezzo ormai, o poco più (rimanendo con garanzia ita), si trova il Redmi Note 5, che lo straccia in ogni comparto questo Neffos X9.
149€ di listino sarebbe stato indubbiamente migliore come prezzo.
 

R3d3x

Moderatore
STAFF
Iscritto dal
28 Ottobre 2018
Messaggi
457
#3
Io capisco la sbadatezza, capisco tutto... ma a quel prezzo ormai, o poco più (rimanendo con garanzia ita), si trova il Redmi Note 5, che lo straccia in ogni comparto questo Neffos X9.
149€ di listino sarebbe stato indubbiamente migliore come prezzo.
Che posso dirti, a mio avviso è una ciofeca :roftl
L'ho dimostrato in più scenari, l'unico pregio è la garanzia.
 
Top

Caro utente, ti ringraziamo per essere quì.

Ci siamo accorti che stai utilizzando un AdBlock o qualche estensione che impedisce il caricamento completo della pagina.

Non abbiamo banner fastidiosi, animazioni flash o popup irritanti.

I nostri proventi ci aiutano a coprire i costi di gestione del sito, recuperare eventuale materiale per la redazione e continuare il nostro operato.

Per favore, aggiungi hwreload.it alla whitelist o disabilita direttamente la tua estensione che blocca la pubblicità.

Ti ringraziamo per l'attenzione.