Sharkoon Light² 100

Thai

Moderatore
STAFF
Iscritto dal
30 Ottobre 2018
Messaggi
358
#1


Reduci della recensione del Light² 200 andiamo a recensire il secondo mouse Sharkoon della linea light, ovvero il Light² 100.​
Questo mouse possiede parecchio DNA del fratello maggiore, ma resta più contenuto nelle prestazioni, rivolgendosi a giocatori meno pretenziosi e dal budget più risicato.



light100IMG_5762.JPG

Specifiche tecniche:

Sensore Ottico: Pixart PMW 3325
Risoluzione Max: 5.000 DPI regolabili a step di 100
Velocità: 100 IPS
Accelerazione Max: 20 g
Frame rate: 4000 FPS
Polling rate: 1000 Hz
Microswitch: Omron
Memoria integrata: 64Kb
Illuminazione LED: RGB programmabili
Piedini: PTFE
Peso senza cavo: 78 g
Dimesnioni: 120 x 66 x 42mm
Cavo: 180 cm

Per la lettura dei valori riportati nelle specifiche rimando alle 2 guide specifiche relativamente ai mouse e ai sensori.

light100IMG_5763.JPG

La confezione di questo Mouse è semplice, simile al fratello ne differisce per il contenuto, infatti all'interno troviamo il nostro light² 100 ben avvolto per evitare graffi, il manuale di istruzioni e anche qui troviamo i piedini in PTFE di riserva.

light100IMG_5765.JPG

Il mouse fa parte della linea leggera infatti ha un peso inferiore ai 100 g, ma non per questo ci troviamo di fronte ad un prodotto forato o con struttura aperta, anzi in tutto risulta essere un mouse dall'aspetto classico adatto anche ad un utilizzo da ufficio, dove una cover troppo appariscente potrebbe infastidire l'eventuale boss di turno.​
La costruzione di questo mouse risulta essere solida, facendo pressione si possono avvertire dei leggeri scricchiolii tra le plastiche e giunzioni soprattutto nella zona del diffusore posteriore dei led RGB, ma in un utilizzo normale sicuramente non si utilizza la forza applicata da me per forzare eventuali movimenti della scocca.​
Riguardo ai tasti principali han una leggera oscillazione ma nel complesso sono ben fissi nel movimento e assemblati bene.​
Il cavo risulta essere morbido e flessibile, con una calza appena più larga del cavo interno, al pari del modello 200, lungo 180 cm.​

light100IMG_5764.JPG

light100IMG_5766.JPG

light100IMG_5767.JPG

Inizialmente dicevo che questo mouse ha il DNA del modello di fascia alta, ed è soprattutto nell'ergonomia data dalla forma pressoché uguale che si può notare. Abbiamo anche qui un dorso inclinato verso dx che dona conforto specialmente ad un impugnatura Palm grip, senza peró andare troppo a discapito di una impugnatura claw o fingertip. I tasti laterali data la loro dimensione e posizione risultano comodi e ben raggiungibili senza cambi esagerati della posizione delle dita e dell'impugnatura.​

light100IMG_5768.JPG

Nella scocca inferiore troviamo 2 grandi piedini in teflon (PTFE) ed uno più contenuto attorno al sensore.​
Quest'ultimo è situato al centro dell'impugnatura, quindi nella posizione ottimale per un utilizzo preciso, e non è ruotato di 90 gradi ma bensì in posizione verticale.​
A lato del sensore è presente un selettore per impostare manualmente la frequenza di aggiornamento o polling rate, rispettivamente in 3 step di: 125 Hz, 500 Hz oppure 1000 Hz.



light100IMG_5769.JPG

light100IMG_5770.JPG

Il mouse possiede illuminazione a LED RGB programmabili tramite software, le parti illuminate risultano essere la rotella, il logo sul dorso della scocca e il retro del mouse. Durante l'uso però vengono tutte in gran parte oscurate dalla mano senza quindi dare particolarmente fastidio, nel caso si possono spegnere.​

IMG_20200821_165542.jpg

IMG_20200821_165640.jpg
Sotto la scocca abbiamo componenti di qualità come ad esempio i meccanismi dei pulsanti principali Omron D2FC-F-7N (20M) (OF) ovvero prodotto negli stabilimenti cinesi con molla in argento da 60 g e garantiti 20 milioni di digitazioni. Per i pulsanti laterali abbiamo invece degli Huano bianchi mentre la rotella ne monta uno verde.​
Le saldature sono piuttosto buone e quindi anche qui si nota l'attenzione rivolta a questo prodotto.​

Il sensore è un PixArt PMW 3325, ovvero una versione migliorata del PMW 3320 montato ad esempio nel coolermaster xornet II o nel razer taipan e deathadder 3500, parliamo (attualmente) quindi di fascia entrylevel dei sensori da gioco.​

Rhw open light 100.JPG

Rhw omron light 100.JPG

Rhw wheel light 100.JPG
Nell'utilizzo quotidiano si comporta bene, la presa è comoda anche se si tende a sudare di più del fratello forato, e nella plastica rimangono molti più segni di sudore della mano.​
In gaming il grip è soddisfacente anche se qualcuno potrebbe apprezzare qualche gommatura per migliorare la presa.​
Il vero neo di questo mouse risulta il sensore, purtroppo come entry-level è limitato e non ci possiamo aspettare le rese di un fascia alta, in giochi normali comunque risponde bene ma in arena frenetici la bassa velocità e il frame rate limitato potrebbero far sembrare un poco impacciato il tracking​
Riguardo il software mostro qui sotto in dettaglio le varie finestre. Il programma è molto semplice e intuitivo, ugualmente alla versione per il 200 ci sono molte personalizzazioni per i tasti preimpostate oltre alla possibilità di creare macro. Anche qui il pro di questa applicazione è sicuramente la possibilità di configurare il mouse e cancellare completamente l'applicazione continuando ad usare la personalizzazione dato che viene salvata nella memoria on-board.​

Tirando le somme questo è un buon mouse entry-level per il prezzo di listino di 25 euro, i materiali e componenti sono buoni ed il sensore si difende bene se analizzato nel contesto della fascia di mercato in cui viene commercializzato, chi pretende maggiori prestazioni dovrà pagare di più perché la concorrenza a questo prezzo offre spesso costruzioni peggiori o sensori obsoleti.​

rating-review.gif

RINGRAZIO SHARKOON PER AVERMI FORNITO IL MODELLO IN PROVA
 
Ultima modifica:

Thai

Moderatore
STAFF
Iscritto dal
30 Ottobre 2018
Messaggi
358
#2
Software

Il software come dicevo è molto semplice e non richiede molto tempo per un profondo apprendimento delle funzioni, in questa foto potete vedere la home page dove possiamo assegnare funzioni e macro ai vari tasti.​

homepage.JPG

Scorrendo verso destra troviamo la pagina dedicata ai DPI, in cui potremo cambiare gli step e selezionarne il numero tra cui switchare tramite pulsante.

dpi.JPG

Nella schermata successiva andiamo a regolare e impostare eventuali effetti luminosi, i cicli RGB, le pulsazioni di luce o impostare un colore fisso. Potete vedere in elenco le varie possibilità di giochi di colore.​

led.JPG


led 2.JPG


Nelle impostazioni avanzate abbiamo modo di giocare con altri valori, rispetto al software del light 200 manca quello della LOD o distanza di lift-off, ovvero l'altezza dal tappetino alla quale il mouse smetterà di tracciare. Un limite imposto dal sensore diverso.​

avanzate.JPG

Ultima pagina per il creatore di macro, qui è possibile creare delle combinazioni di tasti andando a cliccare con il tasto dx sulla prima finestra, impostando un nome quindi per la macro ci verrà data la possibilità di creare la sequenza di tasti, lavorare sui tempi di latenza ed eventuali ripetizioni.​

macro.JPG

Basterà salvare per vedere memorizzata la personalizzazione sul mouse e non sarà quindi necessario il software se non per una riconfigurazione dei profili.​
 
Ultima modifica:
Top

Caro utente, ti ringraziamo per essere quì.

Ci siamo accorti che stai utilizzando un AdBlock o qualche estensione che impedisce il caricamento completo della pagina.

Non abbiamo banner fastidiosi, animazioni flash o popup irritanti.

I nostri proventi ci aiutano a coprire i costi di gestione del sito, recuperare eventuale materiale per la redazione e continuare il nostro operato.

Per favore, aggiungi hwreload.it alla whitelist o disabilita direttamente la tua estensione che blocca la pubblicità.

Ti ringraziamo per l'attenzione.