• Benvenuto, registrati e partecipa alle attività del forum

[RUMORS] Nvidia GTX 1660 e 1660Ti, il ritorno delle mediogamma?

Nichdroid

Utente attivo
Iscritto dal
18 Dicembre 2018
Messaggi
821
5.00 stelle/a
#1
Ciao a tutti utenti del forum! Apro questo thread per discutere con voi della notizia riguardante una presunta uscita di due nuovi modelli di schede video appartenenti alla serie Nvidia GTX, in linea con alcune indiscrezioni precedenti che indicavano come possibile la presentazione di una nuova serie di schede video basate su architettura Turing, ma stavolta senza il supporto alle nuove tecnologie quali DLSS e RTX.



Oltre alla notizia che vi ho riportato alcuni giorni fa, sono emersi nuovi sviluppi sulla vicenda che vedrebbe coinvolta Nvidia nel lancio di una nuova serie di schede video basate sull’architettura Turing, ma senza il supporto alle nuove tecnologie proprietarie sviluppate dalla stessa casa di Santa Clara.

Come riporta Wccftech, è infatti trapelata in rete un’immagine derivante da una riunione tenuta con i più stretti collaboratori della casa verde. L’indiscrezione assomiglia più ad una fuga di notizie, visto che l’incontro non doveva essere rivolto al pubblico.



Confermata la famiglia di schede video GeForce GTX a partire da GeForce GTX 1660Ti e GTX 1660

Alla presentazione avrebbero preso parte i partner AIB di NVIDIA per organizzare le nuove strategie di marketing relative all’annuncio di una nuova lineup di schede video basate su architettura Turing. La differenza più importante si riscontra nel fatto che le attuali schede video sono brandizzate come GeForce RTX, mentre le prossime schede verranno ufficializzate come appartenenti alla famiglia GeForce GTX.

Il dettaglio fondamentale risiede nella differente denominazione delle nuove schede video, che, sebbene, basate sulla stessa architettura Turing, molto probabilmente non saranno dotate di unità di calcolo dedicate al ray tracing. Il chip sarà denominato TU116 e deriverà direttamente dal TU106 presente nelle schede GeForce RTX 2060 e 2070.


Data di lancio

Le ultime indiscrezioni, provenienti da HardOCP, individuano come possibile data di lancio il 15 febbraio 2019, non ci rimane che attendere pochi giorni.


Avvistati i modelli di MSI e Gigabyte

Sul sito web della Commissione Economica Eurasiatica, sono stati avvistati i modelli custom della GTX 1660TI prodotti da Msi e Gygabite che arriveranno sul mercato nel prossimo futuro:

-MSI GeForce GTX 1660 Ti GAMING Z 6G
-MSI GeForce GTX 1660 Ti ARMOR 6G OC
-MSI GeForce GTX 1660 Ti VENTUS XS 6G OC
-MSI GeForce GTX 1660 Ti GAMING X 6G

-GV-N166TAORUS-6GD
-GV-N166TGAMING OC-6GD
-GV-N166TWF2OC-6GD
-GV-N166TOC-6GD
-GV-N166TIXOC-6GD
-GV-N166TGAMINGOC PRO
-GV-N166TGAMINGOC WHITE
-GV-N166TGAMING-6GD
-GV-N166TWF2-6GD
-GV-N166TD5-6GD
-GV-N166TIX-6GD




Le Specifiche Tecniche

Basandosi sulle indiscrezioni trapelate, i giornalisti di Wccftech hanno provato a stilare una tabella comparativa delle varie specifiche tecniche appartenenti alle nuove schede:


* = Da confermare

La GeForce GTX 1660TI dovrebbe montare 6GB di memoria GDDR6 a 12 Gbps e 1536 CUDA cores con frequenze notevolmente più elevate rispetto alla RTX 2060. La GeForce GTX 1660 sarà disponibile probabilmente in due varianti, da 6 GB e 3 GB di vram GDDR5 a 8 Gbps rispettivamente (come visto precedentemente per la serie 1060) e sarà munita di 1280 CUDA cores.


Le prestazioni

Di seguito il benchmark (riportato anche da VideoCardz) emerso dal database di Ashes of the Singularity:


Fonte: Tum Apisak on Twitter
Il benchmark, come indica l'autore del tweet, sarebbe stato eseguito su di una configurazione che monterebbe, oltre alla già citata scheda video, una non meglio precisata cpu Intel di classe laptop dotata di 8 cores e 16 threads. L'aspetto interessamte di tutto ciò, risiede nel fatto che Ashes of the Singularity è un gioco che scala bene con l'aumentare dei threads e della frequenza della cpu e, in questo caso, è possibile notare come, nonostante l'utilizzo di una cpu che dichiara un core clock di @2.10GHz, la citata scheda video sia riuscita a raggiungere un punteggio di 7400 punti, quando una comune GTX 1060 si attesta mediamente in un range di punteggio che varia tra i 5200 e i 7000 punti in base al resto della configurazione. Proprio questa disparità indica, tuttavia, come i punteggi di questo benchmark siano molto difficili da confrontare, se non appunto quelli ottenuti mediante configurazioni simili.


I prezzi

Ora veniamo alla parte che più vi interessa, secondo le fonti di HardOCP, i prezzi si dovrebbero attestare sui 279$ esentasse per la GTX 1660TI e 229$, sempre esentasse, per la GTX 1660. Nvidia dovrebbe lanciare inoltre una GTX 1650 a 179$ più avanti nello stesso mese e continuerà a rifornire i rivenditori di GTX 1050TI con un taglio dei prezzi di listino per mantenerla competitiva.
 
Ultima modifica:

fedeprenc

Utente attivo
Iscritto dal
19 Novembre 2018
Messaggi
293
#5
Aggiunti possibili prezzi e data di lancio.
Interessanti i prezzi, ora ci sono da vedere le performance in giochi veri, ashes of the singularity non mi sembra un granché come test, poi è piuttosto pesante lato cpu, scala in un modo particolare ecc ecc
Aspetto di vedere dei bench su AC Odissey, BF5, Tomb Rider, GTA V, Just Cause 4, The Witcher 3 e così via

Inviato dal mio SM-N950F utilizzando Tapatalk
 

Nichdroid

Utente attivo
Iscritto dal
18 Dicembre 2018
Messaggi
821
5.00 stelle/a
#6
Interessanti i prezzi, ora ci sono da vedere le performance in giochi veri, ashes of the singularity non mi sembra un granché come test, poi è piuttosto pesante lato cpu, scala in un modo particolare ecc ecc
Diciamo che, sebbene la grafica sia pessima, è un gioco molto interessante lato grafico, perché permette di usare le api Vulkan, Dx11 e 12. Poi, effettivamente è più un test per cpu, visto che in quel gioco è quasi sempre quella a fare da collo di bottiglia. Se fosse stata testata su un processore con alto ipc, frequenza e numero di cores (Ashes scala bene anche e soprattutto con l'architettura Zen, a mio avviso è un ottimo test per cpu, ma le frequenze alte aiutano comunque) sarebbe stato un test maggiormente indicativo; a questo punto non ci resta che attendere...
 

SimoneTek

Nuovo iscritto
Iscritto dal
18 Novembre 2018
Messaggi
8
#8
Pare ovvio che il successo o meno di queste schede dipenderà solo da una cosa... Il prezzo

Sono ipoteticamente le nuove 970 (che è ad oggi la scheda più venduta nella storia di Nvidia)
Post unito automaticamente

Anche perché se lo voci su Navi sono vere qua rischiamo di creare uno scaffale
 

fedeprenc

Utente attivo
Iscritto dal
19 Novembre 2018
Messaggi
293
#9
Pare ovvio che il successo o meno di queste schede dipenderà solo da una cosa... Il prezzo

Sono ipoteticamente le nuove 970 (che è ad oggi la scheda più venduta nella storia di Nvidia)
Post unito automaticamente

Anche perché se lo voci su Navi sono vere qua rischiamo di creare uno scaffale
Già, però posso ben sperare, la 2060 è uscita ad un ottimo prezzo è ha buttato fuori dal mercato parecchie schede, dalle 1070/1080 alle vega che al momento non hanno più senso di esistere se non per la loro potenza bruta che fa comodo in alcuni ambiti. Qui si vede l'ottima mossa di nvidia di rendere disponibile in freesync, l'unico grande motivo di preferire una rossa. Tutto questo per meno di 400€ (credo 350/375, non mi ricordo di preciso il prezzo della 2060 FE), le nuove credo che costeranno sui 300 o giù di lì e andranno a competere con le 580 e 590, se riuscirà la stessa scheda che è la 2060 e che è stata la (amatissima) 970 allora bhe, AMD dovrà sbrigarsi a cacciare navi perché sarebbe totalmente esclusa dal mercato a parte la radeon VII che ancora la considero una visione lontana in quanto a disponibilità a buon prezzo.

Inviato dal mio SM-N950F utilizzando Tapatalk
 
Top

Caro utente, ti ringraziamo per essere quì.

Ci siamo accorti che stai utilizzando un AdBlock o qualche estensione che impedisce il caricamento completo della pagina.

Non abbiamo banner fastidiosi, animazioni flash o popup irritanti.

I nostri proventi ci aiutano a coprire i costi di gestione del sito, recuperare eventuale materiale per la redazione e continuare il nostro operato.

Per favore, aggiungi hwreload.it alla whitelist o disabilita direttamente la tua estensione che blocca la pubblicità.

Ti ringraziamo per l'attenzione.