Passaggio da ADSL a fibra FTTC

Iscritto dal
2 Dicembre 2018
Messaggi
36
#1
Ciao a tutti,
ho da poco richiesto a TIM il passaggio dall'ADSL alla fibra in tecnologia FTTC con VDSL2, la verifica dal loro sito web indica una velocità stimata di 67 Mbps (MIN: 42 Mbps, MAX: 92 Mbps) in download e 20 Mbps (MIN: 18 Mbps, MAX: 20 Mbps) in upload.

Ho scelto di non includere il modem "Smart Modem Technicolor" (TG789vac v2) perché sul momento mi sembrava alto il costo, 48 rate da € 5,00 per un totale di € 240,00.
Non so se ho fatto una scelta buona o no, in ogni caso si sono dimostrati più veloci di quel che immaginavo e il tecnico arriverà già la prossima settimana, quindi ho bisogno di trovare una soluzione.
Sapete consigliarmi una valida alternativa che supporti anche la telefonia VoIP?

La casa è su tre piani, ma solo il piano terra ha l'impianto telefonico, sapete consigliarmi una soluzione per portare solo la linea internet anche ai piani superiori?

Ho letto anche altre discussioni ma non ho trovato risposta, se avete bisogno di qualsiasi informazione aggiuntiva ve la fornirò quanto prima.

Grazie :)

P.S. Spesso avete chiesto di verificare se sul box della chiostrina sono presenti dei pallini accanto ai numeri, io ho due adesivi, il primo ha due pallini, il secondo uno, non so se è un'informazione che vi fa comodo per aiutarmi, temo che non sia segno di una buona situazione.
 

r3dl4nce

Utente attivo
Iscritto dal
16 Novembre 2018
Messaggi
155
#2
Chiostrina in derivata, in base allo stato dei cavi e alla distanza comunque avrai una FTTC temo non molto performante.
Dal tecnico o da te sistema l'impianto interno, è il massimo che puoi fare, router connesso alla prima presa a cui arriva il cavo esterno, presa con RJ11 e non tripolare, altre prese scollegate, se vuoi fonia nelle altre prese procedi al sezionamento
Per il router fritzbox 7530, per coprire i piani dove non arriva il wifi vai di powerline se l'impianto elettrico è buono, I set della fritz sono ottimi (1260E e 1240E)
 
Iscritto dal
2 Dicembre 2018
Messaggi
36
#3
Chiostrina in derivata, in base allo stato dei cavi e alla distanza comunque avrai una FTTC temo non molto performante.
Dal tecnico o da te sistema l'impianto interno, è il massimo che puoi fare, router connesso alla prima presa a cui arriva il cavo esterno, presa con RJ11 e non tripolare, altre prese scollegate, se vuoi fonia nelle altre prese procedi al sezionamento
Per il router fritzbox 7530, per coprire i piani dove non arriva il wifi vai di powerline se l'impianto elettrico è buono, I set della fritz sono ottimi (1260E e 1240E)
Grazie per la risposta :)

Per le performance non mi preoccupo più di tanto, prima della fibra, che è arrivata solo adesso, la scelta era tra ADSL a 2 Mbps o wireless molto poco affidabile che quando funzionava saltellava da 5 a 15 Mbps. Già una connessione stabile sopra i 50 Mbps sarebbe un sogno.

Per l'impianto procedo autonomamente a fare il sezionamento, seguo le indicazioni di scritte da @luigidavino in questa discussione.
Devo farlo prima dell'arrivo del tecnico?
Devo sostituire i cavi? Nel caso mi sapete consigliare cosa è meglio acquistare? Se avete bisogno di informazioni posso controllare ciò che vi serve. L'impianto è dei primi anni 2000 e ha 3 prese, sono le classiche tripolari fisse della telecom, sotto una foto:
IMG_20200401_092751.jpg
Una volta fatto il sezionamento il modem può essere collegato solo alla presa scelta come principale (se ho capito bene sempre meglio quella più vicina alla chiostrina) oppure posso spostarlo a piacimento come potrei fare adesso con l'ADSL? Se questo non è possibile devo valutare bene anche dove posizionarlo.

Per il router per adesso mi segno l'AVM FRITZ!Box 7530, costa € 104,00 su Amazon.

Sfortunatamente non credo di poter usare la powerline, la situazione è un po' complicata, erano due case separate e temo che anche gli impianti elettrici siano separati.
Provando a cercare online mi sembra di capire che le uniche soluzioni che ho sono:
  • Repeater wireless su ogni piano
  • Passare un cavo ethernet
  • Passare il doppino telefonico
Però non saprei né quale sia la soluzione migliore né come attuarla.

Grazie ancora per l'aiuto :)
 

nxdrd

Utente attivo
Iscritto dal
18 Novembre 2018
Messaggi
52
#4
Hai fatto benissimo a non prendere il modem da TIM. Te lo farebbero pagare davvero caro quando il realta' potresti comprare semplicemente un TIM Hub su Ebay a 50-60 euro.
Vedi tu, se non hai esigenze particolari un TIM Hub andrebbe benissimo. Nel caso tu voglia qualcosa di piu' completo prendi il Fritz che ti e' stato consigliato.
Una volta sezionato l'impianto potrai collegare il modem solo alla presa che renderai "principale".
Di solito si tende a rendere principale la prima presa, cioe' da dove arriva direttamente il doppino della chiostrina.
Nel caso ti venga scomodo utilizzarla dovresti giuntare il doppino che arriva dalla chiostrina con il doppino che va alla presa interessata, non so se mi sono spiegato.
Se ne hai la possibilita' passa un cavo ethernet, ti permetterebbe di non avere perdite di prestazioni e una connessione stabile.
 

luigidavino

Moderatore
STAFF
Iscritto dal
28 Ottobre 2018
Messaggi
1,761
#5
Ciao a tutti,
ho da poco richiesto a TIM il passaggio dall'ADSL alla fibra in tecnologia FTTC con VDSL2, la verifica dal loro sito web indica una velocità stimata di 67 Mbps (MIN: 42 Mbps, MAX: 92 Mbps) in download e 20 Mbps (MIN: 18 Mbps, MAX: 20 Mbps) in upload.

Ho scelto di non includere il modem "Smart Modem Technicolor" (TG789vac v2) perché sul momento mi sembrava alto il costo, 48 rate da € 5,00 per un totale di € 240,00.
Non so se ho fatto una scelta buona o no, in ogni caso si sono dimostrati più veloci di quel che immaginavo e il tecnico arriverà già la prossima settimana, quindi ho bisogno di trovare una soluzione.
Sapete consigliarmi una valida alternativa che supporti anche la telefonia VoIP?

La casa è su tre piani, ma solo il piano terra ha l'impianto telefonico, sapete consigliarmi una soluzione per portare solo la linea internet anche ai piani superiori?

Ho letto anche altre discussioni ma non ho trovato risposta, se avete bisogno di qualsiasi informazione aggiuntiva ve la fornirò quanto prima.

Grazie :)

P.S. Spesso avete chiesto di verificare se sul box della chiostrina sono presenti dei pallini accanto ai numeri, io ho due adesivi, il primo ha due pallini, il secondo uno, non so se è un'informazione che vi fa comodo per aiutarmi, temo che non sia segno di una buona situazione.
1. lascia stare le stime di qualunque tipo;
2. hai fatto bene a non prendere il modem in acquisto rateale. Quanto vuoi spendere?
3. dovresti rendere principale una presa secondaria al piano superiore per portare il segnale in una presa diversa da quella primaria;
4. 3 pallini indicano box derivato di 3° grado. Non confiderei in prestazioni di rilievo (è già tanto che te l'attivino; anni fa c'era una circolare che vietava l'attivazione di VDSL2 ad utenze su derivazione).

Grazie per la risposta :)

Per le performance non mi preoccupo più di tanto, prima della fibra, che è arrivata solo adesso, la scelta era tra ADSL a 2 Mbps o wireless molto poco affidabile che quando funzionava saltellava da 5 a 15 Mbps. Già una connessione stabile sopra i 50 Mbps sarebbe un sogno.

Per l'impianto procedo autonomamente a fare il sezionamento, seguo le indicazioni di scritte da @luigidavino in questa discussione.
Devo farlo prima dell'arrivo del tecnico?
Devo sostituire i cavi? Nel caso mi sapete consigliare cosa è meglio acquistare? Se avete bisogno di informazioni posso controllare ciò che vi serve. L'impianto è dei primi anni 2000 e ha 3 prese, sono le classiche tripolari fisse della telecom, sotto una foto:
Una volta fatto il sezionamento il modem può essere collegato solo alla presa scelta come principale (se ho capito bene sempre meglio quella più vicina alla chiostrina) oppure posso spostarlo a piacimento come potrei fare adesso con l'ADSL? Se questo non è possibile devo valutare bene anche dove posizionarlo.

Per il router per adesso mi segno l'AVM FRITZ!Box 7530, costa € 104,00 su Amazon.

Sfortunatamente non credo di poter usare la powerline, la situazione è un po' complicata, erano due case separate e temo che anche gli impianti elettrici siano separati.
Provando a cercare online mi sembra di capire che le uniche soluzioni che ho sono:
  • Repeater wireless su ogni piano
  • Passare un cavo ethernet
  • Passare il doppino telefonico
Però non saprei né quale sia la soluzione migliore né come attuarla.

Grazie ancora per l'aiuto :)
Il sezionamento puoi farlo da te o attendere un tecnico che te lo faccia bonariamente (però occhio che in alcuni casi hanno fatto pagare l'intervento anche se non richiesto, con disagi per richiedere il rimborso dell'importo).
I cavi potresti pensare di sostituirli solo se troppo vecchi, logori o sottoposti a continue giunzioni nel corso degli anni. Puoi acquistare una matassa di doppino telefonico 0.6 mm. delle migliori marche come, ad esempio, Cavel, Berica Cavi, EcoTel. Rivolgiti in un negozio di materiale elettrico ben fornito della zona, perché online è difficile reperire queste marche.
Le tripolari vanno sostituite con delle più moderne ed efficienti RJ11 (Bertana e simili; basta che siano conformi al Capitolato Telecom sezione Nuova Presa Telefonica Unificata - NPTU).
Per la presa più idonea, come detto sopra, non è necessario che sia quella più vicina all'entrata del cavo (a meno che non parliamo di distanze superiori ai 50 m.). Puoi benissimo rendere principale una secondaria andando a tirare un cavo diretto fino alla presa desiderata e attestarvi lì la RJ11 per il modem.
Fritz 7530 va bene.
Evita le Powerline e stendin un cavo ethernet Cat. 6 di qualità.
Se hai altre domande, non esitare. ;)
 
Iscritto dal
2 Dicembre 2018
Messaggi
36
#6
Hai fatto benissimo a non prendere il modem da TIM. Te lo farebbero pagare davvero caro quando il realta' potresti comprare semplicemente un TIM Hub su Ebay a 50-60 euro.
Vedi tu, se non hai esigenze particolari un TIM Hub andrebbe benissimo. Nel caso tu voglia qualcosa di piu' completo prendi il Fritz che ti e' stato consigliato.
Una volta sezionato l'impianto potrai collegare il modem solo alla presa che renderai "principale".
Di solito si tende a rendere principale la prima presa, cioe' da dove arriva direttamente il doppino della chiostrina.
Nel caso ti venga scomodo utilizzarla dovresti giuntare il doppino che arriva dalla chiostrina con il doppino che va alla presa interessata, non so se mi sono spiegato.
Se ne hai la possibilita' passa un cavo ethernet, ti permetterebbe di non avere perdite di prestazioni e una connessione stabile.
Ti ringrazio per la risposta :)

Per adesso preferisco la soluzione FRITZ!Box, non ho esigenze particolari per il momento ma non si sa mai, non so se vale lo stesso per TIM ma ho avuto altri router con firmware proprietario che erano molto limitati, addirittura neanche potevo cambiare i DNS.

Ho capito il discorso per spostare la presa principale, valuterò come procedere ma comunque non mi sembra complicato da realizzare, solo non so se comporti una perdita di prestazioni allontanarmi dalla chiostrina.

Per passare un cavo ethernet non dovrei avere problemi, ma come sarebbe composto questo impianto? Devo acquistare un router per ogni piano?
Chiedo per curiosità, con il mio attuale Linksys WAG200G non ci faccio niente vero?

Grazie a tutti per l'aiuto :)
Post unito automaticamente

1. lascia stare le stime di qualunque tipo;
2. hai fatto bene a non prendere il modem in acquisto rateale. Quanto vuoi spendere?
3. dovresti rendere principale una presa secondaria al piano superiore per portare il segnale in una presa diversa da quella primaria;
4. 3 pallini indicano box derivato di 3° grado. Non confiderei in prestazioni di rilievo (è già tanto che te l'attivino; anni fa c'era una circolare che vietava l'attivazione di VDSL2 ad utenze su derivazione).


Il sezionamento puoi farlo da te o attendere un tecnico che te lo faccia bonariamente (però occhio che in alcuni casi hanno fatto pagare l'intervento anche se non richiesto, con disagi per richiedere il rimborso dell'importo).
I cavi potresti pensare di sostituirli solo se troppo vecchi, logori o sottoposti a continue giunzioni nel corso degli anni. Puoi acquistare una matassa di doppino telefonico 0.6 mm. delle migliori marche come, ad esempio, Cavel, Berica Cavi, EcoTel. Rivolgiti in un negozio di materiale elettrico ben fornito della zona, perché online è difficile reperire queste marche.
Le tripolari vanno sostituite con delle più moderne ed efficienti RJ11 (Bertana e simili; basta che siano conformi al Capitolato Telecom sezione Nuova Presa Telefonica Unificata - NPTU).
Per la presa più idonea, come detto sopra, non è necessario che sia quella più vicina all'entrata del cavo (a meno che non parliamo di distanze superiori ai 50 m.). Puoi benissimo rendere principale una secondaria andando a tirare un cavo diretto fino alla presa desiderata e attestarvi lì la RJ11 per il modem.
Fritz 7530 va bene.
Evita le Powerline e stendin un cavo ethernet Cat. 6 di qualità.
Se hai altre domande, non esitare. ;)
Grazie molte per l'intervento :)

Per il router, considerato che per adesso non ho esigenze particolari, pensavo di stare sotto ai 150,00 €.
Conosci un'alternativa migliore al FRITZ!Box 7530 restando nel budget? Altrimenti mi posso accontentare di quello.

Per i piani superiori non serve il telefono, però ci sono le camereed uno studio dove farebbe comodo una connessione LAN.

Se l'impianto è una cosa che posso fare successivamente all'intervento del tecnico, posso aspettare lui e chiedere se me lo sistema bonariamente, altrimenti lo faccio da solo.

Non penso che i cavi siano stati mai toccati, non so però di che qualità siano, quando apro le prese vedo se riesco a capirne qualcosa e se la situazione mi sembra accettabile lascio quelli, in caso contrario seguo le tue indicazioni.

Per le prese RJ-11 c'è qualcosa che mi permetta di riutilizzare la scatola incasso attuale o devo smurarla e rifare tutto? Devo sostituire tutte le vecchie tripolari o solo quella del modem?

Ormai sono tristemente rassegnato a non aspettarmi prestazioni di rilievo :D
 
Ultima modifica:

luigidavino

Moderatore
STAFF
Iscritto dal
28 Ottobre 2018
Messaggi
1,761
#7
Ti ringrazio per la risposta :)

Per adesso preferisco la soluzione FRITZ!Box, non ho esigenze particolari per il momento ma non si sa mai, non so se vale lo stesso per TIM ma ho avuto altri router con firmware proprietario che erano molto limitati, addirittura neanche potevo cambiare i DNS.

Ho capito il discorso per spostare la presa principale, valuterò come procedere ma comunque non mi sembra complicato da realizzare, solo non so se comporti una perdita di prestazioni allontanarmi dalla chiostrina.

Per passare un cavo ethernet non dovrei avere problemi, ma come sarebbe composto questo impianto? Devo acquistare un router per ogni piano?
Chiedo per curiosità, con il mio attuale Linksys WAG200G non ci faccio niente vero?

Grazie a tutti per l'aiuto :)
Post unito automaticamente


Grazie molte per l'intervento :)

Per il router, considerato che per adesso non ho esigenze particolari, pensavo di stare sotto ai 150,00 €.
Conosci un'alternativa migliore al FRITZ!Box 7530 restando nel budget? Altrimenti mi posso accontentare di quello.

Per i piani superiori non serve il telefono, però ci sono le camereed uno studio dove farebbe comodo una connessione LAN.

Se l'impianto è una cosa che posso fare successivamente all'intervento del tecnico, posso aspettare lui e chiedere se me lo sistema bonariamente, altrimenti lo faccio da solo.

Non penso che i cavi siano stati mai toccati, non so però di che qualità siano, quando apro le prese vedo se riesco a capirne qualcosa e se la situazione mi sembra accettabile lascio quelli, in caso contrario seguo le tue indicazioni.

Per le prese RJ-11 c'è qualcosa che mi permetta di riutilizzare la scatola incasso attuale o devo smurarla e rifare tutto? Devo sostituire tutte le vecchie tripolari o solo quella del modem?

Ormai sono tristemente rassegnato a non aspettarmi prestazioni di rilievo :D
Sotto i €150 è meglio se resti su quel modello, perché non ci sono router con VoIP incorporato validi in quella fascia di prezzo.
I router con firmware proprietari, purtroppo, non lasciano molti margini di manovra agli utenti più smaliziati. Solo Asus e i Linksys di alta fascia permettono modifiche di un certo livello con il firmware stock (senza causare crash o comportamenti strani degli apparati).
La perdita di prestazioni si verifica su tratte estremamente lunghe e/o con cavi di scarsa qualità. Entro i 20 m. non succede nulla di particolarmente rilevante.
Se hai necessità di portare il segnale ad ogni piano, la soluzione migliore sarebbe quella di montare uno switch e un cavo ethernet per piano.
Altrimenti dovresti sfruttare le placche a muro e installare frutti RJ45 per piano (ma diventerebbe complicato, IMHO).
Per le prese telefoniche, non occorre smurare nulla: smonti la vecchia e installi la nuova nella cassette a muro preposta.
Puoi anche montarne una, ma per il costo irrisorio (sui €5) ti consiglio di sostituirle tutte. ;)
 
Iscritto dal
2 Dicembre 2018
Messaggi
36
#8
Sotto i €150 è meglio se resti su quel modello, perché non ci sono router con VoIP incorporato validi in quella fascia di prezzo.
I router con firmware proprietari, purtroppo, non lasciano molti margini di manovra agli utenti più smaliziati. Solo Asus e i Linksys di alta fascia permettono modifiche di un certo livello con il firmware stock (senza causare crash o comportamenti strani degli apparati).
La perdita di prestazioni si verifica su tratte estremamente lunghe e/o con cavi di scarsa qualità. Entro i 20 m. non succede nulla di particolarmente rilevante.
Se hai necessità di portare il segnale ad ogni piano, la soluzione migliore sarebbe quella di montare uno switch e un cavo ethernet per piano.
Altrimenti dovresti sfruttare le placche a muro e installare frutti RJ45 per piano (ma diventerebbe complicato, IMHO).
Per le prese telefoniche, non occorre smurare nulla: smonti la vecchia e installi la nuova nella cassette a muro preposta.
Puoi anche montarne una, ma per il costo irrisorio (sui €5) ti consiglio di sostituirle tutte. ;)
Grazie ancora :)

Per adesso ho confermato l'acquisto dell'AVM FRITZ!Box 7530 a € 104,00 su Amazon.

Perfetto, decido quale delle prese far diventare la principale dove collegare il modem e procedo con il sezionamento dell'impianto telefonico al piano terra, se non me lo fa il tecnico proverò da solo, magari mi ritrovate qui a chiedere ancora aiuto :D

Per i piani sopra quindi la soluzione consigliata sarebbe passare un cavo ethernet CAT 6, penso sia fattibile anche mettere un frutto RJ-45 alle prese elettriche, a me basta una presa per piano, al primo piano poi ci collego un ripetitore wireless e al secondo un ripetitore wireless più cavo verso il PC, sto dicendo sciocchezze? Ancora sono un po' confuso ma forse dopo che il tecnico avrà fatto il passaggio avrò le idee più chiare.

Ok, vedo adesso che le prese Bertana che mi hai suggerito hanno solo la mascherina rettangolare, poi sotto sono quadrate come le attuali.
Un ultimo dubbio, devo prendere queste base o queste con splitter ADSL/VDSL2?

Grazie per la pazienza e scusa la mia ignoranza.
 

luigidavino

Moderatore
STAFF
Iscritto dal
28 Ottobre 2018
Messaggi
1,761
#9
Ripetitori wireless te li sconsiglio. Piuttosto, se proprio volessi una soluzione radio, meglio un Access Point collegato via cavo che dirami il segnale Wi-Fi.
Per le prese, va bene anche la base. ;)
 
Iscritto dal
2 Dicembre 2018
Messaggi
36
#10
Ripetitori wireless te li sconsiglio. Piuttosto, se proprio volessi una soluzione radio, meglio un Access Point collegato via cavo che dirami il segnale Wi-Fi.
Per le prese, va bene anche la base. ;)
Grazie :)

Esatto, è quello che intendevo, ignorantemente l'ho chiamato ripetitore wireless.
L'idea è quella di portare un cavo Ethernet ad ogni piano e collegarci: al primo piano uno strumento che permetta una connessione wireless, al secondo piano uno strumento che consenta sia la connessione wireless che LAN.
Devo solo capire come e dove passare i cavi, poi misurerò bene le distanze.
Si creano delle interferenze se il cavo Ethernet passa negli stessi corrugati dei cavi elettrici? Oppure insieme a quelli dell'antenna? Leggo che alcuni lo sconsigliano, altri dicono che se il cavo è di qualità la schermatura è sufficiente.
C'è una lunghezza limite oltre la quale ci sono perdite di banda? Online leggo che possono raggiungere un massimo di 100 metri, più che sufficienti.
 

luigidavino

Moderatore
STAFF
Iscritto dal
28 Ottobre 2018
Messaggi
1,761
#11
Grazie :)

Esatto, è quello che intendevo, ignorantemente l'ho chiamato ripetitore wireless.
L'idea è quella di portare un cavo Ethernet ad ogni piano e collegarci: al primo piano uno strumento che permetta una connessione wireless, al secondo piano uno strumento che consenta sia la connessione wireless che LAN.
Devo solo capire come e dove passare i cavi, poi misurerò bene le distanze.
Si creano delle interferenze se il cavo Ethernet passa negli stessi corrugati dei cavi elettrici? Oppure insieme a quelli dell'antenna? Leggo che alcuni lo sconsigliano, altri dicono che se il cavo è di qualità la schermatura è sufficiente.
C'è una lunghezza limite oltre la quale ci sono perdite di banda? Online leggo che possono raggiungere un massimo di 100 metri, più che sufficienti.
Si, i cavi ethernet possono viaggiare unicamente insieme ai doppini telefonici. Percorsi congiunti con cavi 220V sono sconsigliati.
E' sconsigliato anche farli transitare insieme ai coassiali TV, ma in extremis, si potrebbe.
Piuttosto che un unico cavo, sempre meglio utilizzare switch sulle grandi distanze. Per cui, ipotizzando una tratta di 70 m., meglio dividerla in 2 tratte da 35 m. (o anche più di 2). ;)
 
Iscritto dal
2 Dicembre 2018
Messaggi
36
#12
Si, i cavi ethernet possono viaggiare unicamente insieme ai doppini telefonici. Percorsi congiunti con cavi 220V sono sconsigliati.
E' sconsigliato anche farli transitare insieme ai coassiali TV, ma in extremis, si potrebbe.
Piuttosto che un unico cavo, sempre meglio utilizzare switch sulle grandi distanze. Per cui, ipotizzando una tratta di 70 m., meglio dividerla in 2 tratte da 35 m. (o anche più di 2). ;)
Ti ringrazio per i suggerimenti :)

Cerco qualche informazione sugli switch e su come funzionano perché non riesco a seguirti, non ho ben chiaro cosa comprenderà l'impianto completo che mi stai suggerendo.
 

luigidavino

Moderatore
STAFF
Iscritto dal
28 Ottobre 2018
Messaggi
1,761
#13
Ti ringrazio per i suggerimenti :)

Cerco qualche informazione sugli switch e su come funzionano perché non riesco a seguirti, non ho ben chiaro cosa comprenderà l'impianto completo che mi stai suggerendo.
E' semplice: invece di tirare un cavo ethernet da 70 m. dal primo piano al secondo, a metà percorso monti uno switch e da lì prosegui fino al punto desiderato.
Oppure, soluzione migliore, dal piano dove hai il modem/router monti uno switch nella prima cassetta di derivazione telefonica disponibile (o esternamente) e da lì fai partire n cavi verso i piani. Se, però, ad esempio, per arrivare al terzo piano ti occorrono altri 70 m., monti un altro switch al secondo piano e da lì tiri un cavo di lunghezza ridotta seguendo quanto fatto al piano precedente. ;)
 
Iscritto dal
2 Dicembre 2018
Messaggi
36
#14
Ringrazio tutti per l'aiuto.

Il tecnico ha completato il passaggio alla fibra.
Per adesso ho configurato il FRITZ!Box e lavorato in parte sull'impianto telefonico, il tecnico mi ha lasciato una presa doppia RJ-11, seguendo i vostri consigli sono riuscito a separare la prima presa da resto dell'impianto, sul connettore dove arriva il drop ho collegato il router mentre nell'altro ho fatto rientrare la linea telefonica che poi si distribuisce alle altre prese di casa.
Ora vorrei aggiungere il telefono anche dove è il router che però ha solo un uscita telefonica, dite che con un banale sdoppiatore risolvo?

Per portare internet al secondo piano mi sto arrangiando momentaneamente con una powerline che già avevo, non so dove far passare il cavo Ethernet.
Invece al primo piano arriva bene o male il segnale wireless del router al piano terra.
Secondo voi posso riutilizzare il vecchio Linksys WAG200G come access point da mettere al primo pianto per avere un segnale migliore?

Probabilmente più avanti tornerò a rompervi le scatole :tongue
 

luigidavino

Moderatore
STAFF
Iscritto dal
28 Ottobre 2018
Messaggi
1,761
#15
Dove arriva il drop intendi sul Giunto Telecom? Perché il drop è il cavo da 1 mm. e non è crimpabile...
Spiegati meglio.
Quel Linksys non è proprio il massimo, ma dovrebbe andare bene come AP. ;)
 
Iscritto dal
2 Dicembre 2018
Messaggi
36
#16
Dove arriva il drop intendi sul Giunto Telecom? Perché il drop è il cavo da 1 mm. e non è crimpabile...
Spiegati meglio.
Quel Linksys non è proprio il massimo, ma dovrebbe andare bene come AP. ;)
Dalla strada dove c'è la chiostrina il cavo grosso arriva in una scatola di derivazione vicino alla porta di casa, da qui parte la coppia di cavi telefonici che arriva alla prima presa, qui ho sostituito la tripolare con una presa con due connettori RJ-11, al primo ho collegato la coppia che arriva dalla scatola di derivazione, al secondo ho collegato la coppia che ripartiva verso la seconda presa. Poi ho collegato la porta DSN del router al primo connettore mentre la porta FON al secondo. Sembra che tutto funzioni, ma come dicevo non ho altre porte libere per aggiungere lì un telefono. Spero di essermi spiegato meglio.

So che il Linksys WAG200G è un prodotto antico ma visto che ce l'ho vorrei provare ad usarlo. Non sono riuscito a trovare guide adatte per configurarlo come access point, ne sai qualcosa tu?

Aggiungo una domanda di curiosità personale, il tecnico mi diceva che se dalla scatola di derivazione parte una sola coppia di cavi, come nel mio caso, l'impianto è in serie, se partono tante coppie quante sono le prese, l'impianto è in parallelo.
Però online vedo spiegazioni di impianti in parallelo dove in ogni presa arriva e riparte una sola coppia di cavi.
Infatti, anche se a detta del tecnico il mio impianto è in serie, se durante una chiamata qualcuno alza un secondo telefono la conversazione continua con 3 voci, dovrebbe significare che l'impianto è in parallelo.
 
Ultima modifica:

luigidavino

Moderatore
STAFF
Iscritto dal
28 Ottobre 2018
Messaggi
1,761
#17
E allora non hai collegato il drop alla presa, ma il normale 0.6 mm.
I cavi drop non entrano negli slot delle prese, né, tantomeno, possono essere crimpati nei normali connettori RJ11, in quanto il diametro di 1 mm. è troppo grande.
La presa doppia contiene al suo interno 3 connettori: LINEA, ADSL/VDSL e POTS.
Su LINEA occorre attestare il cavo proveniente dal giunto; mentre per collegare un'altra presa (a cui inviare il solo segnale telefonico) basta utilizzare POTS.
In questo modo potrai collegare un altro telefono in un'altra stanza (ma anche nelle immediate vicinanze, se hai modo di posizionarla in modo volante) senza dover ricorrere ad ulteriori uscite del modem.
Stesso discorso se tu dovessi avere necessità di collegare altri telefoni in altri punti della casa.
Mi raccomando di utilizzare un collegamento in serie e non in parallelo per evitare sovraccarichi della presa principale (con conseguenze per il modem e il segnale VDSL2). Quelli in parallelo, dove ogni conversazione può essere ascoltata da qualsiasi apparato collegato all'impianto, non sono idonei per la VDSL2.
Per il Linksys, nelle impostazioni dovresti poter settare la funzione Bridge. ;)
 
Top

Caro utente, ti ringraziamo per essere quì.

Ci siamo accorti che stai utilizzando un AdBlock o qualche estensione che impedisce il caricamento completo della pagina.

Non abbiamo banner fastidiosi, animazioni flash o popup irritanti.

I nostri proventi ci aiutano a coprire i costi di gestione del sito, recuperare eventuale materiale per la redazione e continuare il nostro operato.

Per favore, aggiungi hwreload.it alla whitelist o disabilita direttamente la tua estensione che blocca la pubblicità.

Ti ringraziamo per l'attenzione.