Obiettivi dalla personalità unica

Iscritto dal
16 Novembre 2018
Messaggi
64
#21
Oggi vi parlo del "gemello diverso" dello Zuiko della settimana scorsa, il Minolta Rokkor 58mm f/1.2
L'ho definito tale perché i due obiettivi presentano caratteristiche sulla carta molto simili: stessa lunghezza focale ed apertura, stesso numero di lenti (anche se in questo caso suddivise in 5 gruppi invece che in 6) e diaframma a 8 lamelle come lo Zuiko; il peso è leggermente maggiore e si avvicina al mezzo chilo. Ne furono prodotte tre versioni tra gli anni '60 e '70, la prima delle quali presenta probabilmente un elemento radioattivo; non ci sono differenze di resa significative tra le diverse versioni.
Il prezzo varia tra i 300 e i 400€, a seconda delle condizioni.
Malgrado le specifiche molto simili, la resa ottica è completamente differente: il bokeh di questo Minolta è molto morbido, i punti luce risultano e questo aiuta ad isolare il soggetto e dare tridimensionalità. In più non so perché ma ho come il presentimento che @Thai gradisca la modella ;)
La nitidezza è buona e migliora chiudendo il diaframma, il passaggio tra la zona a fuoco e quella fuori fuoco è molto graduale, al contrario dello Zuiko.

Essendo giunti all'ultimo appuntamento dell'anno, auguro a tutti un felice 2019:cheer
 
Iscritto dal
16 Novembre 2018
Messaggi
64
#22
Stasera parlo del Pentacon 135mm f/2.8 (prima versione)
La prima versione fu prodotta negli anni '60 nella Germania dell'Est; si componeva di 5 elementi suddivisi in 4 gruppi (probabilente un disegno ottico ripreso dal Meyer-Optik Orestor 135mm f/2.8) e un diaframma a 15 lamelle con apertura minima f/32, al contrario della seconda versione che aveva sole 6 lamelle in gradi di chiudere solo fino a f/22.
L'obiettivo è abbastanza compatto e il peso è inferiore al mezzo chilo, per acquistarne un esemplare sono necessari tra i 90 e i 140€ circa, di sicuro un ottimo prezzo per quello che offre. A quanto pare la produzione avveniva negli stessi stabilimenti in cui si produceva lo Zeiss Jena 135mm f/2.8, di conseguenza è facile ipotizzare che molti materiali fossero condivisi per abbassare i costi di produzione; di sicuro, se questo Pentacon fosse stato marchiato col "quadrato blu", oggi ci vorrebbero cifre ben più alte per aggiudicarsene uno.
A tutta apertura la nitidezza è buona ma non eccelsa, chiudendo il diaframma ovviamente migliora; il bokeh è estremamente morbido (grazie al diframma a 15 lamelle).
Qui invece si apprezza molto bene il senso di tridimensionalità che è in grado di restituire quest'obiettivo, definito a ragione "bokeh monster"
 

Temporale99

Moderatore
STAFF
Iscritto dal
28 Ottobre 2018
Messaggi
858
5.00 stelle/a
#23
Stasera parlo del Pentacon 135mm f/2.8 (prima versione)
La prima versione fu prodotta negli anni '60 nella Germania dell'Est; si componeva di 5 elementi suddivisi in 4 gruppi (probabilente un disegno ottico ripreso dal Meyer-Optik Orestor 135mm f/2.8) e un diaframma a 15 lamelle con apertura minima f/32, al contrario della seconda versione che aveva sole 6 lamelle in gradi di chiudere solo fino a f/22.
L'obiettivo è abbastanza compatto e il peso è inferiore al mezzo chilo, per acquistarne un esemplare sono necessari tra i 90 e i 140€ circa, di sicuro un ottimo prezzo per quello che offre. A quanto pare la produzione avveniva negli stessi stabilimenti in cui si produceva lo Zeiss Jena 135mm f/2.8, di conseguenza è facile ipotizzare che molti materiali fossero condivisi per abbassare i costi di produzione; di sicuro, se questo Pentacon fosse stato marchiato col "quadrato blu", oggi ci vorrebbero cifre ben più alte per aggiudicarsene uno.
A tutta apertura la nitidezza è buona ma non eccelsa, chiudendo il diaframma ovviamente migliora; il bokeh è estremamente morbido (grazie al diframma a 15 lamelle).
Qui invece si apprezza molto bene il senso di tridimensionalità che è in grado di restituire quest'obiettivo, definito a ragione "bokeh monster"
Non so, non mi convince... Ammetto di preferire ancora il Meyer Optik e lo Zuiko che hai postato! (oltre ai famosi Helios Vintage che vanno molto ora).
P.S. Per la serie "i bokeh morti", dai un occhio a lui, lo trovo davvero orribile https://www.juzaphoto.com/recensione.php?l=it&t=sony_fe85_f1-8
 
Top

Caro utente, ti ringraziamo per essere quì.

Ci siamo accorti che stai utilizzando un AdBlock o qualche estensione che impedisce il caricamento completo della pagina.

Non abbiamo banner fastidiosi, animazioni flash o popup irritanti.

I nostri proventi ci aiutano a coprire i costi di gestione del sito, recuperare eventuale materiale per la redazione e continuare il nostro operato.

Per favore, aggiungi hwreload.it alla whitelist o disabilita direttamente la tua estensione che blocca la pubblicità.

Ti ringraziamo per l'attenzione.