Monitor 10 bit nativi, sono davvero necessari?

MarkMeister

Nuovo iscritto
Iscritto dal
23 Ottobre 2019
Messaggi
9
#1
Salve a tutti, avrei delle domande da farvi:
Da luglio 2019 la nvidia ha introdotto i 10 bit sulle schede video della serie gtx 1xxx e rtx 2xxx, quindi non è necessario prendere una quadro, ho comprato questa scheda video sostituendola alla nvidia geforce gtx 980

www.caseking.de/en/evga-geforce-rtx-2070-xc-ultra-8192-mb-gddr6-gcev-3

Parallelamente devo prendere un monitor che supporti i 10 bit, prima domanda da 1 milione di dollari:
1- All atto pratico c è differenza tra i 10 bit nativi ed i 10 bit simulati?
2- Come fare a capire se i 10 bit sono nativi o sono 8 + FRC? Nelle specifiche del monitor molte volte lo omettono.
3- Anche se fosse davvero 10 bit, sono davvero utili/servono/ce ne accorgiamo???


In definitiva, sono indeciso tra questi monitor
https://www.amazon.it/gp/product/B075JJ6TCL/ref=ox_sc_act_title_1?smid=A11IL2PNWYJU7H&psc=1

https://www.amazon.it/gp/product/B01MSJ7KYG/ref=ox_sc_act_title_2?smid=A1MWQ65KJVVS7K&psc=1

https://www.amazon.it/gp/product/B074376HSB/ref=ox_sc_saved_title_1?smid=A2NVH5TXDWZ5IT&psc=1

Secondo voi quale conviene prendere? esperienze dirette?

Grazie a chi risponderà
 

luigidavino

Moderatore
STAFF
Iscritto dal
28 Ottobre 2018
Messaggi
734
#2
La differenza tra un 10 bit nativo e uno 8+2 simulato via FRC sta che nel primo non noti dithering nella riproduzione delle sfumature sulle classiche palette di colori, con un simulato vedrai sempre delle informazioni mancanti, poiché la tecnica non riuscirà mai a riprodurre fedelmente 1,07 miliardi di colori, ma li approssimerà.
All'atto pratico servono, eccome, se il tuoi uso è prioritariamente rivolto alla grafica.

Tra i monitor postati ti direi nessuno dei tre e ti suggerirei di guardare il NEC EA271U, un modello 4K 10 bit nativo (senza HDR, ma ricorda che, al momento, esiste soltanto un monitor al mondo in grado di riprodurre nativamente l'ampia gamma di colori; è un Eizo e costa la bellezza di €24.000; non credo tu voglia spendere così tanto...! :asd).
Il NEC si aggira sui €900 (a listino costa €1.200) ed è il mio monitor principale. Lo sto usando da quasi un anno e non posso che parlarne benissimo.
Ovviamente, per apprezzarne tutte le peculiarità occorre calibrarlo con una sonda professionale e il relativo software SpectraView che va a modificare la LUT interna sovrascrivendo i parametri di fabbrica. ;)
 

MarkMeister

Nuovo iscritto
Iscritto dal
23 Ottobre 2019
Messaggi
9
#3
Grazie mille Luigi, gentilissimo.
Del Nec alcune cose mi convincono, del tipo 110% srgb, WOW...(che tra l altro cosa significa? riesce a superare il gamut srgb?)
4k, ips, 10 bit nativi, ottimo contrasto.
Ma ci sono delle cose che non mi convincono...ovvero...io che stampo...avere un adobe rgb 82% non è limitante?
Ha porte display port 1.2....adesso lo standard è 1.4....ho preso anche laa scheda video appositamente così, poi magari non cambia nulla (anzi se mi vuoi delucidare in merito a questo discorso te ne sarei grato.

per il resto sembra ottimo...il mio budget cmq è questo...1000 euro...cento piu cento meno
Post unito automaticamente

Altra considerazione da fare

Io sono un fotografo, quindi faccio solo foto editing, lightroom e photoshop, ma sto iniziando anche a capire come funziona il mondo di video editing, con premiere
Non faccio grafica
é indispensabile un monitor con queste caratteristiche per l uso che ne faccio?
 
Ultima modifica:

luigidavino

Moderatore
STAFF
Iscritto dal
28 Ottobre 2018
Messaggi
734
#4
Se sei un fotografo, allora, il discorso va imbastito in modo completamente diverso.
Le applicazioni come foto-video editing, oltre alla grafica 3D e all'elaborazione delle immagini radiografiche digitali, rientrano nelle cosiddette applicazioni "color-critical", ossia una branca molto particolare che richiede una fedeltà visiva ai massimi livelli.
Se hai esigenze di stampare non è necessario puntare per forza a monitor con supporto AdobeRGB/Wide-gamut RGB (anche perché, della qualità di Eizo e NEC superano abbondantemente i €2.000).
Considerando il tuo budget, potresti pensare di acquistare un monitor di qualità, lavorare le foto e, poi, rivolgerti a laboratori specializzati per l'eventuale rettifica.
Anche con un display non Wide-gamut puoi calibrare col profilo D50 e apportare modifiche in previsione della stampa.
DisplayPort 1.4, al momento, su questo tipo di monitor è inutile, poiché la novità più eclatante è solo il supporto HDR10 (che non è reale su monitor a prezzi umani).
sRGB a 110% significa che tale spazio colore viene riprodotto integralmente dal monitor, più un'ulteriore percentuale riscontrabile nei gradienti delle palette.
Per cui, utilizzando quel profilo hai la certezza di un'accuratezza visiva massima.
EA271U, per me, è il miglior compromesso. Intorno a quella cifra non compri nient'altro di valido (gli Eizo costano più del doppio in 4K; €1.000 in più per un 1440p).
Aggiungi il fatto che devi necessariamente munirti di una sonda come la Xrite i1 Pro e arrivi intorno ai €1.200.
Se hai altre domande, o perplessità, non esitare a chiedere. ;)
 

MarkMeister

Nuovo iscritto
Iscritto dal
23 Ottobre 2019
Messaggi
9
#5
Grandissimo Luigi,
Beh la sonda xrite I1 Pro gia ce l ho perchè aavevo tarato il vecchio monitor (che uso tutt'ora) un Asus Pa279Q

Preciso che oltre a stampare, uso anche per scopi pubblicitari il web, ed il mio laboratorio di fiducia stampa cmq in sRGB.
A maggior ragione non ha molto senso avere una copertura maggiore dell adobe rgb se poi cmq la stampa avverrà in srgb, credo.
Post unito automaticamente

Quindi in definitiva, per me che lavoro in sRGB (tranne quando devo fare delle stampe particolari esempio per delle mostre con stampe di alta qualità), un 4k, 27", 10 bit reali, 100% srgb è al caso mio...la display port 1.4 quindi non ha molto senso averla in questa fascia di monitor, e la copertura adober rgb, considerando che lavoro in srgb per avere a monitor ciò che vedrò sia in stampa che su web, a sto punto potrei puntare sul NEC che mi hai consigliato tu.
 

luigidavino

Moderatore
STAFF
Iscritto dal
28 Ottobre 2018
Messaggi
734
#6
Perfetto. Tra l'altro, il PA279Q è un signor monitor. :sisi
Se lavorate entrambi esclusivamente con emulazione sRGB, direi che puoi fare a meno del Wide-gamut.
Poi, come detto in precedenza, puoi sempre impostare con SpectraView la temperatura colore specifica per la stampa (anche se non andrai a coprire perfettamente tutte le aree dello spazio colore, soprattutto i colori scuri) in modo da avere un raffronto migliore in previsione delle correzioni di laboratorio. ;)
 

MarkMeister

Nuovo iscritto
Iscritto dal
23 Ottobre 2019
Messaggi
9
#7
Appunto perchè è un signor monitor ci tengo a fare un upgrade in tutti i sensi...
cmq credo che andrò su questo modello

https://www.displayspecifications.com/en/model/bc748b8

per il semplice motivo che rispecchia tutti i requisiti, 4k 32", ips, 10 bit nativi, display port 1.4 e hdmi 2.0, lettore di schede sd (importantissimo per me), 100%srgb e 99% adobe rgb...insomma...secondo me è da prendere e basta...tra l altro l ho trovato a 1150 euro, di base sta a 1600 almeno
 
Ultima modifica:

MarkMeister

Nuovo iscritto
Iscritto dal
23 Ottobre 2019
Messaggi
9
#11
Capito, non resta che sperare allora in un modello senza problemi =) vi aggiorno e grazie ancora

PS mi toglieresti una curiosità? quando calibro il monitor con la sonda i1 display pro..prima della calibrazione mi dice di effettuare un reset di fabbrica del monitor, io lo faccio, dopo di che quando la calibrazione è pronta con relativo profilo icc, nel monitor devo stare con l impostazione standard giusto? non metterlo in srgb o adobergb...è corretto?
 

luigidavino

Moderatore
STAFF
Iscritto dal
28 Ottobre 2018
Messaggi
734
#12
Devi impostarlo sul preset "Programmabile" o nomi simili.
In questo modo la sonda scriverà nella LUT del monitor la nuova configurazione.
 

MarkMeister

Nuovo iscritto
Iscritto dal
23 Ottobre 2019
Messaggi
9
#15
eh però una volta che taro il monitor di default me lo mette in standard...e regola la luminosità dopo la calibrazione in standard...non su utente
 

luigidavino

Moderatore
STAFF
Iscritto dal
28 Ottobre 2018
Messaggi
734
#16
No, il PA279Q non permette la calibrazione hardware.
Perciò ti devi accontentare di una validazione del profilo ICC e di una calibrazione software dal profilo Standard.
Su Utente puoi solo modificare i parametri RGB a 6 colori che più ti aggradano.
La calibrazione hardware è prerogativa di monitor di fascia alta. L'Asus, anche se un monitor di un certo spessore, non permette questa modifica.
 
Top

Caro utente, ti ringraziamo per essere quì.

Ci siamo accorti che stai utilizzando un AdBlock o qualche estensione che impedisce il caricamento completo della pagina.

Non abbiamo banner fastidiosi, animazioni flash o popup irritanti.

I nostri proventi ci aiutano a coprire i costi di gestione del sito, recuperare eventuale materiale per la redazione e continuare il nostro operato.

Per favore, aggiungi hwreload.it alla whitelist o disabilita direttamente la tua estensione che blocca la pubblicità.

Ti ringraziamo per l'attenzione.