Cosa c'è di nuovo?
HWReload

Registrati e partecipa alle attività del forum

FritzBox + AP

STrek

Utente
Iscritto dal:
19 Marzo 2021
Messaggi
28
Salve,
La mia intenzione era quella di prendere un FritzBox 7590 (Il 7590 AX resta ancora un mistero ed inoltre non dispongo di dispositivi che potrebbero sfruttare l’ultimo standard WiFi), così da essere pronto per FTTC e futura FTTH, da collegare alla presa principale al piano terra ed in caso affiancargli un access point per connessione cablata e WiFi al piano superiore.

Stavo notando però che da un certo periodo a questa parte il suo prezzo rimane oltre i 200€ quando prima si trovava anche sui 180€.

Mi stavo chiedendo quindi quale potesse essere una “soluzione ottimale”:
- Acquistare il modello 7530 (anche se pure quest’ultimo ha subito un rialzo del prezzo) data l’attuale sola disponibilità di FTTC nella mia zona ed affiancargli un access point. Lato risparmio sarebbe vantaggioso ma non so lato prestazioni in caso di passaggio a futura FTTH (sempre tale eventuale perdita sia effettivamente percettibile in ambito domestico).
- Acquistare adesso il 7530 per poi riciclarlo come access point una volta passato appunto a FTTH e solo allora acquistare il 7590 (o router equivalente).
- Continuare a monitorare i prezzi ed acquistare direttamente il 7590 più eventuale access point “puro”.

Grazie.
 

luigidavino

Moderatore
Staff
Iscritto dal:
23 Dicembre 2017
Messaggi
362
Per FTTC è consigliato il modello 7530, in quanto ha driver ottimizzati per VDSL2.
Per FTTH è il contrario, con il 7590 che ha un rendimento migliore.
Tutto dipende da ciò che ti occorre adesso: se ti serve un modem/router da utilizzare con VDSL2, puoi orientarti sul 7530 e, successivamente, riciclarlo come AP sfruttando le potenzialità della tecnologia Mesh.
Se, invece, vuoi attendere che si calmierizzino i prezzi e hai un apparato sostitutivo che non ti dà problemi, puoi prendere il 7590 in futuro.
In alternativa, puoi orientarti su un'altra marca per FTTC e solo quando sarai raggiunto dalla FTTH prendere il 7590 (ma non potrai sfruttare Mesh; equivarrebbe ad avere un AP + router).
 

STrek

Utente
Iscritto dal:
19 Marzo 2021
Messaggi
28
Sì, attualmente possiedo un modem router ADSL quindi in ogni caso dovrei cambiarlo ( almeno per quanto riguarda il suo utilizzo come modem principale ) ed al momento dovrei accontentarmi di FTTC ma ovviamente gradirei passare a FTTH appena possibile.
Quindi, in teoria, la necessità nell'immediato sarebbe per la FTTC ma guardando in ottica futura avevo valutato, tra le varie opzioni, di acquistare direttamente il 7590 ( sempre che il 7530 in FTTH non sia sufficientemente performante ).
A tal proposito, con rendimento migliore tra i due modelli nei rispettivi casi intendi qualcosa che sarebbe realmente apprezzabile anche in ambito domestico? Voglio dire, si tratterebbe di qualcosa del tipo:
Con il 7590 in FTTC/7530 in FTTH, durante la navigazione web si avvertirebbero dei ritardi/rallentamenti rilevanti?
Il 7590 in FTTC/7530 in FTTH impiegherebbe molto più tempo o solo una manciata di secondi in più durante il download/trasferimento di un file?
Il 7590 in FTTC/7530 in FTTH non riuscirebbe a gestire ottimamente i dispositivi collegati via cavo e/o WiFi?
Oppure si parlerebbe più in generale di connessione instabile o problemi simili?
Giusto per avere un'idea di cosa realmente si andrebbe a perdere se si utilizzasse ciascun modello con il tipo di connessione "non ottimale", se fosse effettivamente una differenza percepibile negli scenari più comuni.
 

luigidavino

Moderatore
Staff
Iscritto dal:
23 Dicembre 2017
Messaggi
362
No, le differenze di rendimento tra i 2 modelli riguardano solo linee non particolarmente performanti e in specifiche condizioni di rapporto segnale/rumore (SNRm) e isolamento non favorevole.
 

STrek

Utente
Iscritto dal:
19 Marzo 2021
Messaggi
28
Ok, allora valuterò seriamente il 7530 per FTTC e vedrò sul momento al passaggio a FTTH se tenerlo come router principale o nel "peggiore" dei casi riciclarlo come AP.
Grazie per il supporto :)
 

STrek

Utente
Iscritto dal:
19 Marzo 2021
Messaggi
28
@luigidavino
Ciao, avresti dei consigli circa cavi/prese per i vari collegamenti?
1) Leggo che per utilizzo domestico sono preferibili cavi ethernet Cat. 6. Nello specifico, Cat. 6 sarebbero sufficienti o meglio Cat. 6A? Inoltre, UTP/FTP leggo che indicherebbero la presenza o meno di schermatura. L'eventuale necessità di quest'ultima è frequente anche in ambiti domestici e solitamente viene valutata dall'elettricista?
Tipo, per collegare i vari dispositivi potrebbero andare questi? Mentre per collegare una presa dal piano terra ad una al piano superiore, potrebbe andare un cavo del genere?
2) Riguardo le prese, al piano terra in caso di FTTC servirebbe una presa a muro RJ11 che immagino non sia compatibile anche con RJ45, quindi andrebbero bene due prese separate o, almeno al piano terra, meglio qualcosa tipo questa?
Sempre non debbano rispettare certi standard e specifiche per cui debbano essere fornite dal tecnico/elettricista del caso.

PS I miei link sono solo esempi, libero di indicare qualcosa di sufficientemente decente se i miei non lo sono.

Grazie.
 

luigidavino

Moderatore
Staff
Iscritto dal:
23 Dicembre 2017
Messaggi
362
Tra Cat.6 e Cat.6a cambiano le frequenze di utilizzo (250 MHz. per il primo, 500 MHz. per il secondo) e la banda supportata, che nel caso del 6a è di max. 10 Gbit.
Un cavo 6a è più future-proof, ma in ambito domestico potrebbe essere sprecato se non lo si utilizza con apparati in grado di negoziare tale velocità.
Sempre con riferimento all'ambito domestico, la schermatura è generalmente inutile nella quasi totalità dei casi. E' necessario, infatti, che anche i connettori siano schermati per poter usare un cavo FTP (Foiled Twisted Pair; schermatura realizzata per mezzo di un nastro di alluminio) o STP (Shielded Twisted Pair; schermatura realizzata su ogni singola coppia con nastro e treccia in rame o stagno).
Un'ulteriore precauzione da utilizzare per i cavi schermati è evitare qualsivoglia anello di terra. In caso contrario, il cavo si trasformerebbe in un'antenna, arrivando ad azzerare la trasmissione dei dati.
In definitiva, un cavo Cat.6 potrebbe andare più che bene.
Quanto alle marche, io uso Belkin; ma puoi scegliere un qualsiasi cavo di buona fattura come quelli linkati.
Per la matassa, però, ti chiedo se hai una crimpatrice e se sei pratico nella crimpatura dei cavi ETH. Quanti metri dovresti coprire? Perché potrebbe essere anche possibile cablare con un cavo di qualità già pronto, a prova di errore.
La presa combinata telefonica+ethernet, nel tuo caso, potrebbe essere realizzata utilizzando i frutti delle serie civili (BTicino, Gewiss, Vimar, ...) da installare in un supporto a muro e protetto da una placca. Eviterei cineserie come quella linkata.
Ti linko solo a scopo esemplificativo cosa intendo: frutto rj11 - frutto rj45 - supporto+placca. Ovviamente, il tutto andrebbe montato su una scatola a muro già predisposta che accoglie il doppino telefonico (magari una presa già esistente da smontare) + il cavo ethernet. No percorsi misti con 220V e/o coassiali TV.
 
Ultima modifica:

STrek

Utente
Iscritto dal:
19 Marzo 2021
Messaggi
28
In definitiva, un cavo Cat.6 potrebbe andare più che bene.
Quanto alle marche, io uso Belkin; ma puoi scegliere un qualsiasi cavo di buona fattura come quelli linkati.
(y)
Per la matassa, però, ti chiedo se hai una crimpatrice e se sei pratico nella crimpatura dei cavi ETH. Quanti metri dovresti coprire? Perché potrebbe essere anche possibile cablare con un cavo di qualità già pronto, a prova di errore.
No ad entrambe 😆 Non ho ancora fatto misurazioni, diciamo era giusto per avere un'idea del materiale eventualmente necessario. Per i dettagli magari vedo con l'elettricista o richiedo qui.
La presa combinata telefonica+ethernet, nel tuo caso, potrebbe essere realizzata utilizzando i frutti delle serie civili (BTicino, Gewiss, Vimar, ...) da installare in un supporto a muro e protetto da una placca. Eviterei cineserie come quella linkata.
Ti linko solo a scopo esemplificativo cosa intendo: frutto rj11 - frutto rj45 - supporto+placca. Ovviamente, il tutto andrebbe montato su una scatola a muro già predisposta che accoglie il doppino telefonico (magari una presa già esistente da smontare) + il cavo ethernet. No percorsi misti con 220V e/o coassiali TV.
Il primo link mi riporta ad una presa RJ45, la RJ11 credo sia questa ma hai reso comunque l'idea.

Per adesso ti ringrazio ancora per i vari consigli e spiegazioni :)
 

luigidavino

Moderatore
Staff
Iscritto dal:
23 Dicembre 2017
Messaggi
362
No ad entrambe 😆 Non ho ancora fatto misurazioni, diciamo era giusto per avere un'idea del materiale eventualmente necessario. Per i dettagli magari vedo con l'elettricista o richiedo qui.
Ok.
Il primo link mi riporta ad una presa RJ45, la RJ11 credo sia questa ma hai reso comunque l'idea.
Si, scusa. Ho sbagliato ad incollare il link. Il prodotto è quello. Ora sistemo.:)

Per adesso ti ringrazio ancora per i vari consigli e spiegazioni :)
Di niente. ;)
 

STrek

Utente
Iscritto dal:
19 Marzo 2021
Messaggi
28
@luigidavino
Riprendo questo topic in quanto ho da poco acquistato il FritzBox 7530 e, giusto per curiosità, prima del passaggio a FTTC volevo vedere come si sarebbe comportato con la mia attuale ADSL ( 7Mega di TIM ) rispetto al modem precedente ( Netgear DGN2200v4 ). Per adesso:
1) Intanto, vorrei chiedere: l'ottimizzazione riguarda solo FTTC rispetto a FTTH o anche FTTC rispetto ad ADSL? Questo perché, seppur per il momento la linea sembra rimanere stabile e forse abbia guadagnato anche qualcosa in termini di velocità negoziata via cavo ( almeno vedendo i dati che riporta il FritzBox perché tramite speedtest online la velocità risulta inferiore di 1Mbps circa ), ogni tanto noto delle "incertezze": alcuni siti/pagine rispetto al modem di prima ( anche a parità di DNS ) vengono aperti più velocemente mentre altri meno oppure alcune immagini ( non necessariamente wallpaper in 4K :asd ) vengono caricate a mano a mano. Sicuramente la linea è quella che è ed il FritzBox non può fare miracoli ed altrettanto sicuramente concorreranno diversi fattori ma era solo per riportare una mia impressione confrontando l'esperienza con il modem precedente ma soprattutto per sapere se potrei aspettarmi un'ulteriore ottimizzazione una volta passato a FTTC.
2) Questo invece può essere definito un problema. Nonostante possegga lo stesso smartphone ( Honor 8 ) finora non avevo potuto testare la banda 5GHz in quanto il Netgear supporta fino allo standard 802.11n 2.4GHz. Adesso che potrei, purtroppo, non riesco a mantenere tale banda poiché dopo un pò di tempo o a causa di determinate condizioni ( ed è questo che vorrei capire ) mi ritrovo lo smartphone perennemente "switchato" sulla banda n a 2.4GHz. In pratica:
> La prima volta che ho connesso via WiFi lo smartphone al FritzBox veniva riportata correttamente la banda ac 5GHz ( sia all'interno del modem che sul telefono ). Modem e smartphone vicini, entrambi nella stessa stanza.
> Ho collegato, sempre via WiFi, il notebook ( un HP di qualche anno fa, limitato a 802.11n ) e nell'andare a verificare la banda all'interno del FritzBox, ho visto che il notebook giustamente veniva riportato sotto n 2.4GHz ma, al contempo, ho notato il primo "switch" visto che anche lo smartphone riportava la medesima banda ( non posso confermare che il cambio sia avvenuto nel momento esatto in cui il notebook si è connesso o meno ). Modem, notebook e smartphone vicini all'interno della stessa stanza. In seguito, disattivando e riattivando il WiFi sul telefono, la banda risultava essere nuovamente ac 5GHz.
> Ho provato poi a portare lo smartphone ( e solo quest'ultimo come dispositivo WiFi connesso al FritzBox ) al piano inferiore ( il modem attualmente risiede al piano superiore ) e ad un certo punto il segnale WiFi è completamente sparito per poi ricomparire dopo qualche secondo: controllando da telefono la banda è risultata essere n 2.4GHz. Qui posso capire che lo switch sia avvenuto per mantenere la connessione dato il segnale debole e la copertura inferiore della banda 5GHz ma non so se sia normale aver perso del tutto la connessione durante lo switch ma soprattutto la banda non è tornata ad ac 5GHz una volta risalito al piano superiore.
> Ultimamente anche disattivando/riattivando WiFi sul telefono e/o riavviandolo/spegnendolo e/o riavviando addirittura il FritzBox ( cosa che vorrei evitare, per quanto possibile ), lo smartphone non si schioda dalla banda n 2.4GHz.
Stavo leggendo anche che il FritzBox potrebbe switchare banda da 5GHz a 2.4GHz se rileva impianti radar ma dal grafico interno non rilevo niente del genere o nessun messaggio che ne indichi la presenza. Anzi, in: "Altre reti Wi-Fi nella vostra zona" per quanto riguarda la banda 5GHz è libera al contrario di quella a 2.4GHz quindi non capisco perché dia priorità o comunque non riesca a mantenere l'ac 5GHz sullo smartphone.
PS Il FritzOS è aggiornato all'ultima versione disponibile ( 07.27 ).
Grazie.
 

luigidavino

Moderatore
Staff
Iscritto dal:
23 Dicembre 2017
Messaggi
362
1. Ottimizzazioni non ce ne sono da fare per quanto riguarda SNR o altri parametri.
Cambierei i DNS di default con quelli di OpenDNS (generalmente i migliori in gran parte d'Italia).
2. Quali canali stai usando?
 

STrek

Utente
Iscritto dal:
19 Marzo 2021
Messaggi
28
1. Ottimizzazioni non ce ne sono da fare per quanto riguarda SNR o altri parametri.
Sì, intendevo se il 7530 stesso fosse ottimizzato ( lato software/hardware ) maggiormente per FTTC non solo rispetto a FTTH ma anche rispetto ad ADSL.
Cambierei i DNS di default con quelli di OpenDNS (generalmente i migliori in gran parte d'Italia).
Sì, sia sul Netgear che adesso sul FritzBox ho quelli ( da me direi equiparabili a quelli di Google, ms in più o in meno ).
2. Quali canali stai usando?
Ho lasciato di default quindi gestito in automatico dal FritzBox. Oggi la banda 2.4GHz è sul canale 1 ( ieri mi pare fosse sul 4 ) mentre quella 5GHz è sul 36 ( ieri mi pare fosse sul 44 ).
Oggi mi sembra lo smartphone sia rimasto sempre su ac ( anche se non l'ho allontanato troppo dal modem ) quindi boh o ieri ha "gestito male" i canali o non saprei visto che non ho toccato nulla e sempre come ieri non ho notato anomalie sui grafici o ricevuto alcun avviso.
 

luigidavino

Moderatore
Staff
Iscritto dal:
23 Dicembre 2017
Messaggi
362
7530 ha driver più performanti per VDSL2, laddove 7590 si comporta meglio in FTTH. Ma non è una regola generale. Tutto dipende anche dalle condizioni della singola linea.
I DNS di OpenDNS sono molto più rapidi di quelli Google in quasi tutta Italia. Hanno instradamenti migliori.
No, in automatico non va bene. Scansiona l'area circostante alla ricerca di altre reti Wi-Fi e posta uno screen, così cerchiamo di impostare i canali più liberi. ;)
 

STrek

Utente
Iscritto dal:
19 Marzo 2021
Messaggi
28
Sì, mi riferivo al 7530 ma tra VDSL2 e ADSL ovvero se l'ottimizzazione riguardasse maggiormente una tecnologia rispetto all'altra o se fosse comparabile ( al netto delle condizioni della linea ).
Ok, continuo ad usare quelli di OpenDNS allora.
Sì, come ho scritto in: "Altre reti Wi-Fi nella vostra zona" ne vengono rilevate altre per quanto riguarda la banda 2.4GHz ( ed attualmente una condivide lo stesso mio canale ) ma nessuna per quanto riguarda la banda 5GHz quindi non capisco perché lo smartphone veniva spostato sulla banda con più alto traffico e potenziali interferenze invece di rimanere agganciato a quella completamente libera ( perlomeno quando smartphone e modem si trovavano a distanza ravvicinata ). Anche oggi, per il momento, senza aver toccato nulla, sembra mantenere la banda 5GHz...vabbè :asd
 

luigidavino

Moderatore
Staff
Iscritto dal:
23 Dicembre 2017
Messaggi
362
Sullo stesso canale non va bene.
Spesso, gli apparati non switchano sul canale più libero autonomamente e/o senza causare disconnessioni lunghe.
Posta gli screen delle impostazioni Wi-Fi della 5 Ghz. e delle reti presenti in zona.
 

STrek

Utente
Iscritto dal:
19 Marzo 2021
Messaggi
28
Ok, posto qui sotto anche se appunto il problema risiedeva ( parlo al passato in quanto "risolto" se non dovesse ricapitare ) non tanto nel canale quanto nella banda scelta.
All'inizio, lo smartphone si era agganciato correttamente alla 5GHz ( completamente libera su ciascun canale ) ma poi, senza apparente motivo, passava alla 2.4GHz ( banda occupata anche da altre reti vicine nonostante, fortunatamente, il canale scelto fosse uno dei meno trafficati ).
Quindi non capisco proprio il passaggio da 5GHz ( con banda e canali completamente liberi ) a 2.4GHz ( con banda ed alcuni canali occupati da altre reti ) soprattutto in quei casi in cui la copertura della 5GHz era sufficiente.
24ghz.jpg
5ghz.jpg
 

luigidavino

Moderatore
Staff
Iscritto dal:
23 Dicembre 2017
Messaggi
362
In 2,4 Ghz. la situazione non è delle migliori. Tutti i canali di controllo principali sono occupati (1, 6 e 11).
Proviamo se con l'8 ci sono miglioramenti.

Per entrambe, mostrami gli screen del menu Rete wireless.
 

STrek

Utente
Iscritto dal:
19 Marzo 2021
Messaggi
28
Ok, impostato manualmentee il canale 8 sulla 2,4GHz. Ma miglioramenti in che senso? Alla fine, il problema è che la banda passa, secondo non so quale criterio, dalla 5GHz alla 2,4GHz ma non ho particolari problemi di connessione/disconnessione con la 2,4GHz. Sulla 5GHz, comunque, lascio la scelta del canale in automatico o quale dovrei provare?

In ogni caso, ho cercato di lasciare quante più impostazioni possibili di default proprio perché confidavo nella bontà del prodotto e credevo riuscisse a gestire autonomamente ed in maniera ottimale la maggior parte delle funzioni. Per esempio, nemmeno ho suddiviso le due bande proprio perché viene riportato: "Per migliorare la trasmissione dei dati, i dispositivi wireless possono passare automaticamente tra le bande di frequenza a 2,4 e a 5 GHz e tra vari prodotti FRITZ! nella rete Mesh. Questa funzione richiede lo stesso nome della rete Wi-Fi (SSID) su entrambe le bande di frequenza del FRITZ!Box oppure dei ripetitori Mesh.".

Oggi è ricapitato lo "switch" 5GHz > 2,4GHz sullo smartphone ed il notebook era acceso quindi avevo pensato quasi che il FritzBox "adeguasse" la banda di tutti i dispositivi connessi a quella del dispositivo più lento ma dopo che ho cambiato canale, lo smartphone è tornato sulla 5GHz ( quasi come se servisse "svegliare" il FritzBox manualmente ) e, spegnendo e riaccendendo il notebook, vi è rimasto quindi non saprei se il passaggio avviene in determinate condizioni od in maniera casuale.
Purtroppo spegnimenti/riavvii/riconnessioni dei dispositivi ed interventi manuali vari non sempre hanno esito positivo o almeno non sempre nell'immediato. Ê successo infatti che a volte lo smartphone riagganciasse subito la 5GHz mentre altre di nuovo la 2,4GHz per poi tornare sulla 5GHz dopo un pò di tempo/al successivo intervento manuale.
La velocità di trasferimento indicata varia anche se spesso si assesta sui 433Mbps. L'unica cosa che ho notato più volte, è che quando lo smartphone non riesce a tornare sulla 5GHz, sul FritzBox in: Canale radio > Utilizzo del canale radio attuale ( sulla banda 5GHz ), il grafico rimane in caricamento su: " Si prega di attendere..." come se effettivamente il FritzBox non riuscisse in quel momento a rilevare/comunicare con lo smartphone su questa banda e quindi mi switchasse direttamente sulla 2,4GHz ma non capisco a cosa sia dovuto.

Ecco comunque lo screen richiesto ( il dispositivo non connesso sarebbe il notebook ):
ReteWiFi.jpg
 

luigidavino

Moderatore
Staff
Iscritto dal:
23 Dicembre 2017
Messaggi
362
Miglioramenti per evitare che la comunicazione subisca le interferenze dei canali adiacenti occupati dalle reti presenti in zona.
Come detto, la scelta automatica del canale non sempre è efficiente e, spesso, i router domestici impostano un canale occupato, non essendo in grado di scandagliare a 360° le reti circostanti, col risultato che l'utente può riscontrare difficoltà di collegamento.
Quanto al SSID univoco, anche qui eviterei di dar retta ai produttori. Sempre meglio separarli.
Vedo la larghezza di banda per la 5 Ghz. a 80 Mhz., ma non quella per la 2,4. Puoi mostrarmela?
Il fatto che l'Honor si sganci dalla 5 Ghz. può dipende dal SSID univoco.
 
Top