• Benvenuto, registrati e partecipa alle attività del forum

RISOLTO CPU e vulnerabilità - Intel, AMD, altri

phoenix

Utente attivo
Iscritto dal
29 Novembre 2018
Messaggi
108
#1
Sto assemblando un fisso e scegliendone i componenti. Il mio obiettivo è che duri quanto più a lungo possibile, a meno della obsolescenza, quindi sto cercando cpu (e mobo) di qualità perchè non farà (faranno) parte degli upgrade, al contrario della ram per esempio. Preciso anche che non sono interessato alle prestazioni ma alla sicurezza e, ripeto, all'affidabilità sul lunghissimo periodo. Preciso infine che userò sia linux che windows.

E' da una vita che non mi interesso all'argomento cpu e, cominciandomi ad informare, ho subito letto la notizia sulla vulnerabilità degli intel (spectre, meltdown), tanto che buona parte dei miei amici informatici mi suggeriscono più AMD che Intel, se proprio voglio prenderlo adesso, altrimenti aspettare.
Mi ero inizialmente orientato su un quadcore I3-8100 sia per prestazioni sia per costo, però ho subito letto la notizia appena ho cominciato ad informarmi. Che mi suggerite di fare? Rivolgermi a AMD, aspettare Intel non vulnerabili come gli attuali, altro?

Vi chiedo anche qualche esempio pratico delle vulnerabilità a cui si espone chi oggi acquista un i3-8100 o tutti gli intel affetti da meltdown e spectre, sia in ambiente linux-ubuntu che windows.

Infine vi chiedo, sempre con gli obiettivi di sicurezza e qualità/affidabilità sul lungo periodo, se è il caso di attenzionare anche gli altri produttori di cpu desktop, come qualcomm, per esempio.

Ciao e grazie in anticipo.
 

Fakerone

Moderatore
STAFF
Iscritto dal
1 Novembre 2018
Messaggi
787
#2
Qualcomm fa CPU desktop? Non ne sono sicuro lol
In ogni caso, non ci penserei troppo su riguardo la "vulnerabilità" di una CPU... Prenderei un bel ryzen 3 (se sei con un budget stretto ) e vivrei sereno .
 

Jarren

Moderatore
STAFF
Iscritto dal
28 Ottobre 2018
Messaggi
201
#3
Le vulnerabilità ci sono state, ma ormai risolte con update di windows e bios delle motherboard e son sicuro che con un nuovo acquisto non ci sono problemi di sorta. Se hai poco budget quoto per il ryzen 3, ma prima di decidere è bene sapere l'intero budget del pc
 

fedeprenc

Utente attivo
Iscritto dal
19 Novembre 2018
Messaggi
369
#4
Sto assemblando un fisso e scegliendone i componenti. Il mio obiettivo è che duri quanto più a lungo possibile, a meno della obsolescenza, quindi sto cercando cpu (e mobo) di qualità perchè non farà (faranno) parte degli upgrade, al contrario della ram per esempio. Preciso anche che non sono interessato alle prestazioni ma alla sicurezza e, ripeto, all'affidabilità sul lunghissimo periodo. Preciso infine che userò sia linux che windows.

E' da una vita che non mi interesso all'argomento cpu e, cominciandomi ad informare, ho subito letto la notizia sulla vulnerabilità degli intel (spectre, meltdown), tanto che buona parte dei miei amici informatici mi suggeriscono più AMD che Intel, se proprio voglio prenderlo adesso, altrimenti aspettare.
Mi ero inizialmente orientato su un quadcore I3-8100 sia per prestazioni sia per costo, però ho subito letto la notizia appena ho cominciato ad informarmi. Che mi suggerite di fare? Rivolgermi a AMD, aspettare Intel non vulnerabili come gli attuali, altro?

Vi chiedo anche qualche esempio pratico delle vulnerabilità a cui si espone chi oggi acquista un i3-8100 o tutti gli intel affetti da meltdown e spectre, sia in ambiente linux-ubuntu che windows.

Infine vi chiedo, sempre con gli obiettivi di sicurezza e qualità/affidabilità sul lungo periodo, se è il caso di attenzionare anche gli altri produttori di cpu desktop, come qualcomm, per esempio.

Ciao e grazie in anticipo.
Quello di spectre e meltdown è un problema che direi superato.
Il vero problema però era su Intel che ha da tempo rimosso la "protezione" che gli ha appunto resi vulnerabili, AMD invece se non erro ce l'ha sempre avuta e ce l'ha tutt'ora. Più che di una vera e propria protezione si parla di un giro che devono fare i dati che passano dalla ram alla CPU, Intel l'ha rimosso per aumentare le performance.
Per tappare a tutto ciò sono stati rilasciati dei BIOS e aggiornamenti win che hanno ripristinato la sicurezza a discapito delle performance.
AMD avendo già questa sicurezza in più non ha subito cali di performance a differenza di Intel.
Spero di non aver detto nessuna castroneria visto che é una storia un po' vecchia e non mi ricordo bene tutto per filo e per segno. In ogni caso al momento io non mi preoccuperei, ormai è una cosa risolta.
 

Jarren

Moderatore
STAFF
Iscritto dal
28 Ottobre 2018
Messaggi
201
#5
Quello di spectre e meltdown è un problema che direi superato.
Il vero problema però era su Intel che ha da tempo rimosso la "protezione" che gli ha appunto resi vulnerabili, AMD invece se non erro ce l'ha sempre avuta e ce l'ha tutt'ora. Più che di una vera e propria protezione si parla di un giro che devono fare i dati che passano dalla ram alla CPU, Intel l'ha rimosso per aumentare le performance.
Per tappare a tutto ciò sono stati rilasciati dei BIOS e aggiornamenti win che hanno ripristinato la sicurezza a discapito delle performance.
AMD avendo già questa sicurezza in più non ha subito cali di performance a differenza di Intel.
Spero di non aver detto nessuna castroneria visto che é una storia un po' vecchia e non mi ricordo bene tutto per filo e per segno. In ogni caso al momento io non mi preoccuperei, ormai è una cosa risolta.
Si da ciò che so è giusto, ma il calo di performance non c'è stato nell'uso quotidiano ma in applicativi che sfruttavano le chiamate ai bassi livelli del kernel cpu, dato che la falla sfruttava principalmente quelle
 

phoenix

Utente attivo
Iscritto dal
29 Novembre 2018
Messaggi
108
#6
Eppure ho letto questa pagina e credo si parli di cpu desktop qualcomm, comunque mi pare che la scelta ricada tra i 2 già citati :)

Mi ero fissato un budget di 100-130eur max per la cpu. La i3-8100 si riesce a prendere su amazon per 135eur, mentre il prezzo più basso per la 2200g credo sia attorno ai 100eur. Come avrete capito non si tratta di un pc gaming ma direi office :)

Riguardo le patch per intel vorrei chiedere un ulteriore chiarimento. Chi acquista oggi intel dovrà provvedere da sè agli update oppure i vari bios delle mobo e patch di windows sono già up-to-date? (Io sto fermo a windows xp, tanto per avere un riferimento :) )
Altra domanda sulle prestazioni. Visto che, di fatto, le intel sono "rallentate" da queste patch, sono attendibili le tabelle di benchmark di comparazione intel-amd che si trovano in rete? Mi basta sapere che cpu come i3-8100 e 2200g stanno sulla stessa fascia.
Si da ciò che so è giusto, ma il calo di performance non c'è stato nell'uso quotidiano ma in applicativi che sfruttavano le chiamate ai bassi livelli del kernel cpu, dato che la falla sfruttava principalmente quelle
Puoi fare un esempio così da farlo capire anche ad un estraneo al settore come me? :)

Se non sul lato sicurezza, al giorno d'oggi cosa porta differenze tra i 2 marchi? In altri termini, da estraneo al settore, cerco di capire se intel si fa pagare un surplus solo per il nome :)
 
Ultima modifica:

fedeprenc

Utente attivo
Iscritto dal
19 Novembre 2018
Messaggi
369
#7
Eppure ho letto questa pagina e credo si parli di cpu desktop qualcomm, comunque mi pare che la scelta ricada tra i 2 già citati :)

Mi ero fissato un budget di 100-130eur max per la cpu. La i3-8100 si riesce a prendere su amazon per 135eur, mentre il prezzo più basso per la 2200g credo sia attorno ai 100eur. Come avrete capito non si tratta di un pc gaming ma direi office :)

Riguardo le patch per intel vorrei chiedere un ulteriore chiarimento. Chi acquista oggi intel dovrà provvedere da sè agli update oppure i vari bios delle mobo e patch di windows sono già up-to-date? (Io sto fermo a windows xp, tanto per avere un riferimento :) )
Altra domanda sulle prestazioni. Visto che, di fatto, le intel sono "rallentate" da queste patch, sono attendibili le tabelle di benchmark di comparazione intel-amd che si trovano in rete? Mi basta sapere che cpu come i3-8100 e 2200g stanno sulla stessa fascia.

Puoi fare un esempio così da farlo capire anche ad un estraneo al settore come me? :)

Se non sul lato sicurezza, al giorno d'oggi cosa porta differenze tra i 2 marchi? In altri termini, da estraneo al settore, cerco di capire se intel si fa pagare un surplus solo per il nome :)
Ormai come ho detto prima è tutto risolto, non c'è più nessun problema, è già tutto aggiornato...è acqua passata
Le differenze sono innumerevoli, potrei star qui a scriverti un libro sulle differenze tra Intel e AMD. La differenza di prezzo è dovuta al mercato, al fatto che Intel vada meglio in alcuni ambiti, al fatto che AMD per parecchi anni è rimasta indietro ecc ecc
Al momento sono CPU alla pari, dipende dall'ambito e dall'utilizzo che devi farne, nel tuo caso va bene una cpu senza pretese e visto che AMD è tendenzialmente più economica puoi prendere un 2200G come ti hanno già consigliato. Andrà alla grande.
 

phoenix

Utente attivo
Iscritto dal
29 Novembre 2018
Messaggi
108
#8
Ho intenzione di aprire un thread specifico per chiedervi consiglio sui componenti dell'assemblato, perciò mi sto limitando qui per non andare OT, non perchè mi piace fare il misterioso :)
Brevemente: il mio budget è 350eur max e la mia idea, per assemblare un fisso che mi duri quanto più tempo possibile, è di prendere nuovi mobo, cpu e alimentatore, invece usati ed in buone condizioni ram, case e ventole, infine monitor e tastiera basta che funzionino (hdd, mouse e masterizzatore dvd li ho già, ssd non mi interessa). Credete sia la migliore strategia per un pc di "lungo corso"?

al fatto che Intel vada meglio in alcuni ambiti
Tanto per conoscenza personale, puoi fare qualche esempio?
 

Fakerone

Moderatore
STAFF
Iscritto dal
1 Novembre 2018
Messaggi
787
#9
Ho intenzione di aprire un thread specifico per chiedervi consiglio sui componenti dell'assemblato, perciò mi sto limitando qui per non andare OT, non perchè mi piace fare il misterioso :)
Brevemente: il mio budget è 350eur max e la mia idea, per assemblare un fisso che mi duri quanto più tempo possibile, è di prendere nuovi mobo, cpu e alimentatore, invece usati ed in buone condizioni ram, case e ventole, infine monitor e tastiera basta che funzionino (hdd, mouse e masterizzatore dvd li ho già, ssd non mi interessa). Credete sia la migliore strategia per un pc di "lungo corso"?


Tanto per conoscenza personale, puoi fare qualche esempio?
Intel vince ancora in IPC, quindi se vuoi giocare ad altre frequenze rimane la scelta migliore. Ma non essendo il tuo caso... Prendi il 2200g. Ti stupirà. Ne ho uno qua a casa, e ha stupito me stesso.
 

Grà

Modertrattore
STAFF
Iscritto dal
28 Ottobre 2018
Messaggi
371
#10
Puoi fare un esempio così da farlo capire anche ad un estraneo al settore come me? :)
Sostanzialmente sia meltdown che spectre causano la lettura di informazioni che normalmente un processo utente non potrebbe leggere.
Partiamo dal fatto che sostanzialmente a livello hw la CPU è fatta in modo da leggere codice in modalità utente e in modalità kernel, ossia con accesso completo ai dati in memoria. Ora, se tutto il codice venisse eseguito in ordine non ci sarebbe problema, nel senso che non ci sarebbe un momento per sfruttare questo bug che sostanzialmente approfitta di corse critiche e predizione dei salti per fare un dump della cache di livello 1 prima che venga svuotata o sovrascritta. Diciamo che dare una nozione completa di race condition, semafori, preemptive kernel e predizione dei salti e pipe lining, dipendenze RAW, WAR e WAW etc. su 2 piedi mi viene un po' complicato, perché comunque è tutta roba che fa parte sia di architettura degli elaboratori che di sistemi operativi, e alcune non le ricordo nemmeno così bene da poterle spiegare adeguatamente. Sostanzialmente posso spiegare facilmente la parte più semplice, ossia quando accade che nel codice ci sia una condizione che non si sa se sarà vera o meno, ossia una ramificazione, non necessariamente a 2 rami ovviamente... Cosa succede ? Che le CPU moderne con predizione dei salti ( di cui molto si deve a AMD tra l'altro perché se non ricordo male le ha praticamente inventate lei :asd: ) eseguono tutte le ramificazioni del codice o parte delle ramificazioni del codice ( a seconda di come viene implementata la predizione dei salti sulla CPU, magari al verificarsi di determinate condizioni e sull'analisi dei salti effettuati in precedenza che si son rivelati veri ecc. ) e i risultati di queste ramificazioni, in sostanza i dati, prima di essere scritti in memoria ( o non scritti appunto, se la condizione alla fine non fosse verificata ) vengono memorizzati in cache dalla CPU. Ed è in questa fase che un processo non di sistema, sfruttando la falla, riesce ad appropriarsi di questi dati in cache che riguardano altri processi che possono essere appunto anche processi di sistema che stanno eseguendo codice al livello kernel. So di non essere stato molto esaustivo e so anche che la discussione è di mesi fa, ma ci tenevo a dare una risposta visto che io quesito viene posto spesso tuttora e che la maggior parte della stampa specializzata liquida la cosa senza realmente spiegare nulla di che.
 
Top

Caro utente, ti ringraziamo per essere quì.

Ci siamo accorti che stai utilizzando un AdBlock o qualche estensione che impedisce il caricamento completo della pagina.

Non abbiamo banner fastidiosi, animazioni flash o popup irritanti.

I nostri proventi ci aiutano a coprire i costi di gestione del sito, recuperare eventuale materiale per la redazione e continuare il nostro operato.

Per favore, aggiungi hwreload.it alla whitelist o disabilita direttamente la tua estensione che blocca la pubblicità.

Ti ringraziamo per l'attenzione.