GUIDA Come realizzare in autonomia un cavo di rete...

Blume

ProtoModeratore
STAFF
Iscritto dal
28 Ottobre 2018
Messaggi
672
#1
Realizziamo in autonomia, il nostro bene amato cavo di rete, cosa che pare essere complessa, ma di fatto non lo è...



L’acquisto di cavi Ethernet può essere molto costoso e i cavi già pronti spesso non sono della lunghezza necessaria. Realizzare un cavo Ethernet è piuttosto semplice, basta una matassa di cavo Ethernet categoria 5e e dei connettori RJ-45 i quali verranno attaccati alle estremità del cavo tagliato alla lunghezza desiderata.



Matassa di cavo Ethernet – Categoria 5e o CAT5e

(Potete anche usare la Categoria 6 o CAT6, tale tipologia di cavo presenta delle caratteristiche migliori per quanto riguarda le prestazioni ed è circa il 20% più costoso rispetto al cavo CAT5e.)

CAT5e (Cat 5 enhanced) è attualmente il cavo più usato nei nuovi impianti di rete, capace di ridurre notevolmente le interferenze. La CAT5e ha una velocità massima di 1 gigabit al secondo.

CAT6 è un grande miglioramento rispetto a CAT5e, adatto per reti Ethernet veloci da 10 gigabit con larghezza di banda fino a 250 MHz. CAT6 è un cavo con separatore interno che isola le coppie di fili l’una dall’altra. Al momento, usare cavi CAT6 per la rete di casa non dà grandi vantaggi, ma se si vuole essere pronti a eventuali aggiornamenti futuri, allora potrebbe essere una buona scelta.



Confezione di connettori RJ45 crimpabili per cavi CAT-5e
o
Confezione di connettori RJ45 crimpabili per cavi CAT-6



Pinza crimpatrice per connettori RJ-45



Ci sono due tipi di cavi Ethernet che si possono realizzare, il cavo dritto e quello incrociato.

CAVO DRITTO – I cavi Ethernet dritti sono cavi standard usati per quasi tutti gli scopi, e sono spesso chiamati “cavi patch”. È altamente consigliato riprodurre su entrambi i connettori lo stesso schema di colori come mostrato nell’immagine sopra. Si noti come i fili della coppia verde non siano l’uno accanto all’altro come invece lo sono in tutte le altre coppie. Questa configurazione permette di utilizzare lunghezze di filo maggiori.



CAVO INCROCIATO – Lo scopo di un cavo Ethernet incrociato è quello di collegare direttamente un computer a un altro computer (o dispositivo) senza passare attraverso un router, uno switch o un hub.



Ecco qui come realizzare un cavo standard:

Tagliate la guina di plastica di circa 2,5 cm dall’estremità del cavo tagliato. La pinza crimpatrice ha un’apposita lama che permette di tagliare la guaina di plastica con estrema facilità.



Srotolate e associate tra loro i colori simili.



Stringete i fili tra le dita e raddrizzateli come mostrato. È importante che l’ordine dei colori sia corretto.



Eseguite un taglio dritto con le forbici attraverso gli 8 fili e riduceteli a circa 1,3 cm di lunghezza, misurate partendo dall’inizio della guaina tagliata in direzione dell’estremità dei fili.



Spingete con cautela tutti gli 8 fili colorati nel connettore. Si noti la posizione della guaina di plastica blu. È importantissimo che i fili percorrano tutta la strada fino alla fine, altrimenti il cavo potrebbe non funzionare correttamente.



Una veduta dall’alto. Tutti i fili sono entrati fino in fondo. Non ci sono fili corti.



MODO SBAGLIATO – Si noti come la guaina di plastica blu non è all’interno del connettore dove invece dovrebbe essere posizionata. I fili sono troppo lunghi. I fili dovrebbero estendersi solo di 1,3 cm dalla guaina blu tagliata.



MODO SBAGLIATO – Si noti come i fili non arrivano fino all’estremità del connettore.



CRIMPARE IL CAVO … posizionate con attenzione il connettore all’interno della pinza crimpatrice e stringete con forza le maniglie. L’intreccio di linguette di rame presente sul connettore forerà ciascuno degli otto fili. Inoltre vi è anche una linguetta di bloccaggio che comprimerà la guaina di plastica blu e la fisserà definitivamente. Quando il cavo verrà rimosso dalla crimpatrice, sarà pronto per l’uso.



Per un cavo standard dritto, ripetete tutte le fasi e adottate lo stesso ordine di colori dei fili anche sull’altra estremità del cavo. Invece per un cavo di tipo incrociato, l’altra estremità avrà un ordine di colori diverso come mostrato in una delle figure precedenti.



Assicuratevi di testare i cavi prima di installarli. Un tester economico per cavi Ethernet farebbe al caso vostro.

NOTA – La massima lunghezza del cavo Ethernet di tipo CAT-5, CAT-5e o CAT-6 è di 100 metri.

Qui un kit con tutto il necessario per poter eseguire l'operazione di crimpaggio e prova del cavo
 
Ultima modifica:

Shadow93

Nuovo iscritto
Iscritto dal
24 Marzo 2019
Messaggi
24
#2
so che esistono (in quanto li ho usati durante uno stage) i plug rj45 in cui non bisogna usare la crimatrice.
semplicemente mettevi i cavi nei fori (che erano pergiunta segnati dal colore del cavo corrispondente) e chiudevi senza neanche tanta forza.
era di una comodità assurda montare i cavi di rete con quelli, ma ricordo che costavano un occhio della testa però :asd

il meccanismo era simile a questo, ma erano in alluminio
 
Ultima modifica:
Iscritto dal
20 Novembre 2018
Messaggi
729
#3
so che esistono (in quanto li ho usati durante uno stage) i plug rj45 in cui non bisogna usare la crimatrice.
semplicemente mettevi i cavi nei fori (che erano pergiunta segnati dal colore del cavo corrispondente) e chiudevi senza neanche tanta forza.
era di una comodità assurda montare i cavi di rete con quelli, ma ricordo che costavano un occhio della testa però :asd
Però molto comodi...un occhio della testa, quanto? :think
 

Shadow93

Nuovo iscritto
Iscritto dal
24 Marzo 2019
Messaggi
24
#4
Però molto comodi...un occhio della testa, quanto? :think
non ricordo il prezzo ma ricordo che rispetto a quelli normali costavano 5/6€ in più.. e se in quelli normali avevi un sacchetto da 10, in questi ne avevi uno da 6 ecc..
se rivedi il post su ho postato una foto di un modello simile ma per cat 5... quelli che usavamo noi erano schermati "fino al midollo" ed erano per lo standard cat 6/7
 

Federico83

NeoPapàMod
STAFF
Iscritto dal
28 Ottobre 2018
Messaggi
735
#5
so che esistono (in quanto li ho usati durante uno stage) i plug rj45 in cui non bisogna usare la crimatrice.
semplicemente mettevi i cavi nei fori (che erano pergiunta segnati dal colore del cavo corrispondente) e chiudevi senza neanche tanta forza.
era di una comodità assurda montare i cavi di rete con quelli, ma ricordo che costavano un occhio della testa però :asd

il meccanismo era simile a questo, ma erano in alluminio
forse questi? https://www.amazon.it/odedo-connettore-schermato-montaggio-assemblaggio/dp/B07FRZ8Q4T/
 

Shadow93

Nuovo iscritto
Iscritto dal
24 Marzo 2019
Messaggi
24
#7
ni, nel senco che il meccanismo era quello del immagine che ho postato su, ma era in metallo schermato come questo...
cavolo se solo ricordassi il modello o almeno la marca :bang

comunque il tuo lo segno.. ho in mente di creare a casa una rete lan domestica, e volevo farlo con almeno un cat6 (motivo? vecchio impianto potrebbe creare molte interferenze nelle canaline) e potrebbe tornare utile :ok
 
Ultima modifica:

genesi74

Utente attivo
Iscritto dal
7 Febbraio 2019
Messaggi
459
#10
ottima guida d'avvero, unico diciamo suggerimento, usate una pinza buona sè non volete rischiare di buttare via un sacchetto di connettori, inoltre esistono in commercio alcuni strumenti seplici ed economici per aiutrare in fase di creazione del cavo, poi quando ho temo e mi ricordo il nome della ditta lo comunico:tongue
 
Ultima modifica da un moderatore:
Iscritto dal
8 Dicembre 2018
Messaggi
34
#11
Guida molto utile, complimenti. Avrei una domanda, fatto salvo la categoria e relative schermature elencate in questa discussione, una marca vale l'altro giusto?

Grazie e saluti
 

luigidavino

Moderatore
STAFF
Iscritto dal
28 Ottobre 2018
Messaggi
590
#12
Guida molto utile, complimenti. Avrei una domanda, fatto salvo la categoria e relative schermature elencate in questa discussione, una marca vale l'altro giusto?

Grazie e saluti
Dipende sempre dalla bontà dei materiali impiegati.
Cavi "di marca" molto buoni come rapporto qualità-prezzo sono i Belkin (tipo questo).
Io ne uso uno da 10 m. per stabilire la connessione WAN-LAN tra modem TIM e router ASUS e non ho mai riscontrato il benché minimo problema.
Tuttavia, anche cavi del tutto anonimi possono essere molto performanti e costruiti con materiali di qualità.
Un esempio sono quelli forniti con i modem Alice/Pirelli fino ad una decina d'anni fa (dove, rispetto ad oggi, nelle confezioni abbondavano; in media ve ne erano presenti 4-5). ;)
 
Top

Caro utente, ti ringraziamo per essere quì.

Ci siamo accorti che stai utilizzando un AdBlock o qualche estensione che impedisce il caricamento completo della pagina.

Non abbiamo banner fastidiosi, animazioni flash o popup irritanti.

I nostri proventi ci aiutano a coprire i costi di gestione del sito, recuperare eventuale materiale per la redazione e continuare il nostro operato.

Per favore, aggiungi hwreload.it alla whitelist o disabilita direttamente la tua estensione che blocca la pubblicità.

Ti ringraziamo per l'attenzione.